How to increase your penis size using http://vigrx-plus-buy.com/.

In un'Italia meno sicura, la vigilanza privata è a rischio default

ROMA - Cresce l'insicurezza nel paese, reale e percepita. Per il Censis gli ...

Read More

ANGGI: le guardie giurate sono agenti di polizia giudiziaria

Le guardie giurate aderenti ad ANGGI, Associazione Nazionale Guardie Giurate Italiane, non soddisfatte ...

Read More

L'orario di lavoro nella Vigilanza Privata lo decide il CCNL

Torniamo sull'orario di lavoro. Ricordate che per i servizi della vigilanza privata è ammessa ...

Read More

ASSIV: vigilanza privata e trasporto valori devono poter accedere alle aree ZTL

Immaginate un furgone portavalori zeppo di soldi costretto a fare una deviazione - ...

Read More

Cauzione Vigilanza Privata: nuove regole e no ai Confidi nell'elenco generale

ROMA - Due novità in tema di cauzione: un aspetto diffusamente contestato, a ...

Read More

anie sicurezzaSe il mercato della vigilanza privata non gode di eccellente salute, essendo sempre più sprofondato in un costo del lavoro che non sembra diminuire, nonostante le nuove formule previste dal Jobs Act,  il comparto tecnologico della sicurezza mette invece a segno risultati estremamente positivi. Stando ai preconsuntivi di ANIE Sicurezza, l’industria fornitrice di soluzioni di sicurezza segna infatti un + 5% di fatturato aggregato rispetto al 2013, e in alcuni segmenti (come la videosorveglianza) arriva quasi ad un incremento dell’11%.
Continua a leggere

univL’Assemblea generale UNIV (Unione Nazionale Istituti Di Vigilanza), riunitasi il 30 giugno 2015, ha deliberato all’unanimità la disdetta del vigente CCNL per i dipendenti da istituti di vigilanza privata e servizi fiduciari, in applicazione dell’art. 143, comma 2 del contratto e nel rispetto dei 6 mesi antecedenti la scadenza, fissata al 31 dicembre 2015.  Una scelta dirompente che lancia un segnale politico importante, “non certo – si legge nel comunicato Univ – per mera questione economica, quanto piuttosto per dare corpo all’esigenza improcrastinabile di scuotere le coscienze di un sistema, ormai da troppo tempo, rannicchiato e fermo nel passato. La speranza, per Univ, è che sia l’occasione giusta per creare un nuovo momento fondativo per il comparto,  grazie anche al sostanziale e necessario apporto dell’imprenditoria di settore, che costringa le parti sociali e gli operatori tutti a prendere coscienza della necessità di svegliarsi dal torpore dell’ultimo decennio”.
Continua a leggere

Salerno prima sessioneUna provincia lunga e stretta dove si alternano coste e montagne, pianure e colline, per un totale di 4.918 km² su cui insistono 158 Comuni del tutto diversi tra loro. E’ la provincia di Salerno, che vanta perle turistiche come la Costiera e il Cilento e che si allunga fino all’Irpinia con Alto e Medio Sele, passando per l’Agro Nocerino Sarnese e la piana del Sele e di Paestum. Un territorio orograficamente variegato, con esigenze di sicurezza discontinue, accentuate dall’enorme flusso migratorio degli ultimi tempi. Questo il quadro fornito da Maria Curto, Primo Dirigente della Polizia di Stato presso la Questura di Salerno, alla terza tappa del roadshow organizzato da FederSicurezza lo scorso 22 giugno nel capoluogo. Un quadro che vede un’ottima collaborazione tra forze pubbliche e private dispiegate sul territorio e dove l’autorità tutoria non si pone solo in un’ottica censorio-repressiva verso la vigilanza privata, ma in una logica di ascolto e di raccordo con quest’ultima, nel rispetto delle rispettive competenze.
Continua a leggere

EuropaMentre la vigilanza privata italiana si dibatte sulle nuove regole della certificazione, in Europa nasce un Comitato Tecnico stabile dedicato ai servizi di sicurezza privata, in virtù della specialità che li contraddistingue dai comuni servizi (la stessa specialità che li ha sinora salvati dal flagello della Direttiva Bolkenstein). Il CEN/TC439, la cui prima riunione plenaria si terrà il 3 Luglio, rappresenterà peraltro l’interfaccia europea per tali materie anche in ambito internazionale ISO. Dopo aeroporti e porti, è probabile che compito del Comitato sarà prendere in esame altri mercati verticali della sicurezza privata, per giungere – nel lungo periodo – ad una piena standardizzazione della qualità dei servizi richiesti. Con standard che puntino in alto, ovviamente. Ne abbiamo parlato con Antonello Villa, Consigliere CoESS e consigliere Federsicurezza.
Continua a leggere

foto-per-VPOA fronte di specifiche richieste di sicurezza che emergono dai territori, il recente riassetto normativo ha visto la vigilanza privata affrontare un complesso percorso di riqualificazione, che ha imposto nuovi processi formativi e di certificazione della qualità di cui è bene informare gli utenti. A tal fine FederSicurezza sta apprestando la III tappa di un roadshow – che ha già visto protagoniste Firenze e Verona – a Salerno, importante polo marittimo e turistico.
Continua a leggere

Archivi