In un'Italia meno sicura, la vigilanza privata è a rischio default

ROMA - Cresce l'insicurezza nel paese, reale e percepita. Per il Censis gli ...

Read More

ANGGI: le guardie giurate sono agenti di polizia giudiziaria

Le guardie giurate aderenti ad ANGGI, Associazione Nazionale Guardie Giurate Italiane, non soddisfatte ...

Read More

L'orario di lavoro nella Vigilanza Privata lo decide il CCNL

Torniamo sull'orario di lavoro. Ricordate che per i servizi della vigilanza privata è ammessa ...

Read More

ASSIV: vigilanza privata e trasporto valori devono poter accedere alle aree ZTL

Immaginate un furgone portavalori zeppo di soldi costretto a fare una deviazione - ...

Read More

Cauzione Vigilanza Privata: nuove regole e no ai Confidi nell'elenco generale

ROMA - Due novità in tema di cauzione: un aspetto diffusamente contestato, a ...

Read More

Federpol festeggia 60 anni: nel tempo si è adeguata alle costanti evoluzioni della professione investigativa, mantenendo però saldi quei principi di giustizia, legalità e mutuo soccorso che hanno ispirato i fondatori. Negli anni la Federazione ha registrato una continua crescita in termini di numero di iscritti e soprattutto professionale a livello di comparto, fungendo da traino per gli investigatori italiani ed oggi la professione dell’investigatore privato è regolamentata da una delle normative più complete dell’UE. Per festeggiare una ricorrenza così significativa, Federpol terrà Congresso Nazionale e Assemblea Generale il 26 e 27 maggio 2017 all’Hotel Aurelia Antica di Roma. Continua a leggere

Per FederSicurezza nulla osta a buttare sul piatto della discussione i numeri della rappresentanza di vigilanza privata e servizi fiduciari di sicurezza. L’obiettivo? Acquisire presso le autorità tutorie una credibilità tale per cui il mercato e le stesse committenze (almeno quelle pubbliche) rispettino le regole del gioco, sul fronte della corretta competizione e sul piano della contrattazione di lavoro. Ne abbiamo parlato con il Presidente Luigi Gabriele, che ci ha subito invitato a coinvolgere anche gli altri attori del processo. Continua a leggere

Le assemblee delle Associazioni di categoria del settore vigilanza privata e servizi fiduciari A.N.I.V.P (Associazione Nazionale Istituti di Vigilanza Privata) e AssVigilanza hanno deliberato la fusione.
Assvigilanza viene dunque incorporata in A.N.I.V.P., come spiega l’ex Presidente Claudio Moro: “Assvigilanza si formò più di 30 anni fa staccandosi da A.N.I.V.P.; oggi si riunisce alla casa madre. Spero possa essere un primo momento di riunificazione che porti altri soggetti a fare altrettanto”. Soddisfazione anche per il Segretario Generale A.N.I.V.P. Marco Stratta: “La nostra vocazione è essere un punto di riferimento per tutte le imprese che operano nel settore della vigilanza privata e dei servizi fiduciari. Questa operazione nasce per dare migliori risposte ai nostri associati e alle imprese di settore che vogliono darci fiducia”. Continua a leggere

L’immagine che emerge dall’edizione 2016 dell’Osservatorio sulla sicurezza privata di Federsicurezza è quella di un settore che sta cambiando profondamente nelle sue determinanti fondamentali: la richiesta di servizio sul fronte della domanda (non più ancorata alla vigilanza armata), la possibilità per le imprese del settore di fare business, che premia solo quelle che si rivelano in grado di innovare e di interpretare le nuove esigenze della domanda. Questa la sintesi dell’analisi Format Research sull’attuale mercato della vigilanza privata italiana Continua a leggere

agenzia-entrateDal 18 aprile è aperto il canale telematico di accesso ai dati della dichiarazione precompilata 2017: resterà attivo fino al 24 luglio (ultimo giorno per presentare il modello tramite web app. In autunno saranno comunque possibili correzioni e integrazioni attraverso Caf e intermediari abilitati). Tra le tante novità, debuttano nel 730 precompilato le spese sostenute nel 2016 per l’installazione di sistemi di videosorveglianza digitale o di sistemi di allarme o connesse ai contratti stipulati con istituti di vigilanza privata. Per queste spese, volte a prevenire atti criminosi, è riconosciuto un credito d’imposta nella misura del 100%.

Continua a leggere

Archivi

Network

Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail

I Video

Video
Video