In un'Italia meno sicura, la vigilanza privata è a rischio default

ROMA - Cresce l'insicurezza nel paese, reale e percepita. Per il Censis gli ...

Read More

ANGGI: le guardie giurate sono agenti di polizia giudiziaria

Le guardie giurate aderenti ad ANGGI, Associazione Nazionale Guardie Giurate Italiane, non soddisfatte ...

Read More

L'orario di lavoro nella Vigilanza Privata lo decide il CCNL

Torniamo sull'orario di lavoro. Ricordate che per i servizi della vigilanza privata è ammessa ...

Read More

ASSIV: vigilanza privata e trasporto valori devono poter accedere alle aree ZTL

Immaginate un furgone portavalori zeppo di soldi costretto a fare una deviazione - ...

Read More

Cauzione Vigilanza Privata: nuove regole e no ai Confidi nell'elenco generale

ROMA - Due novità in tema di cauzione: un aspetto diffusamente contestato, a ...

Read More

consap--federpolROMA – Federpol e Consap. Rispettivamente: Federazione Italiana degli Istituti Privati per le Investigazioni, le Informazioni e la Sicurezza da un lato, e Confederazione Sindacale Autonoma di Polizia dall’altro. Due sigle che raramente hanno viaggiato a braccetto, frenate da reciproche diffidenze che ne hanno sinora ostacolato un percorso comune e sinergico sul fronte operativo e, a maggior ragione, di tutela sindacale.  Ma i rapporti tra investigatori privati e polizia di stato sembrano essere ad un punto di svolta. Lo testimonia il primo – ed unico – caso di organizzazione congiunta Federpol-Consap del convegno “Sicurezza integrata: ricetta possibile in tempi di spending review?”, di scena all’Hotel Quirinale di Roma il 25 Settembre 2014, al quale presenzieranno, fra gli altri, il Vice ministro dell’Interno Filippo Bubbico e il Vice capo della Polizia Alessandro Marangoni. Continua a leggere

Se Atene piange, Sparta non ride di certo. Se la vigilanza privata e il trasporto valori soffrono per la situazione congiunturale, ma anche per patologie strutturali e purtroppo consolidate, come il diffuso abusivismo e il progressivo ma inesorabile abbattimento delle tariffe a costante discapito della qualità, le forze dell’ordine se la passano anche peggio. Sottopagate, sotto organico, costrette a rammendarsi divise vecchie e a comprare benzina per le auto di servizio, adesso pure a rischio sanitario. La minaccia di sciopero è come minimo comprensibile. “Dispiace molto che le forze dell’ordine scontino sempre più le stesse difficoltà di cui sono vittima sia il personale che le imprese della sicurezza privata“. – dichiara l’avvocato Luigi Gabriele, presidente di Federsicurezza, l’organizzazione di Confcommercio che rappresenta oltre 450 aziende della vigilanza privata che impiegano circa 20.000 guardie giurate, a proposito dello sblocco dei tetti salariali rivendicati dai sindacati di polizia.  Continua a leggere

DM_04_06_14_n_115_Certificazione-Vigilanza-Privata-1ROMA – Ne parliamo da tempo, ma adesso è ufficiale. E’ infatti scattato l’obbligo per gli istituti di vigilanza privata attivi in Italia di sottoporre i propri impianti, servizi e professionisti alla valutazione da parte di un organismo di certificazione indipendente. Il 3 settembre è infatti entrato in vigore il D.M. n. 115 del 4 giugno 2014, che indica le caratteristiche e i requisiti che devono possedere gli organismi chiamati a valutare la conformità alle norme delle aziende autorizzate a svolgere attività di vigilanza privata.  Gli istituti di vigilanza dovranno, entro i prossimi 12 mesi, sottoporsi ad un audit interno da parte di un organismo accreditato, e produrre poi al Prefetto competente la documentazione che certifichi la conformità dei servizi forniti ai parametri fissati dal decreto ministeriale n. 269/2010 e dalle norme Uni/Iso, relative tra l’altro alla qualità dei servizi di vigilanza, telesorveglianza, custodia e scorta valori e alla competenza dei professionisti di security impiegati.
Continua a leggere

Chi si compra la North East Services e l’Istituto Compiano? I rami vigilanza privata delle due società (ceduti in un unico pacchetto) saranno ceduti ad una delle quattro aziende che si sono sinora fatte avanti. Anche se ufficialmente non si sanno i nomi, da indiscrezioni riprese da varia stampa locale si parla di Allsystem, Securitalia, La Patria e una cordata Battistolli/Civis. Tre su quattro di questi gruppi opera anche nel trasporto valori, quindi potrebbe essere interessata pure a questi rami di attività Nes. Continua a leggere

ivaAvevamo già parlato di servizi di vigilanza privata e del regime IVA da applicare. Resta però un nodo da sciogliere ed è relativo ai nuovi servizi di sicurezza antipirateria operabili a mezzo guardie giurate.  L’Agenzia delle Entrate ha risposto ad un interpello risolvendo i dubbi degli armatori: poiché il servizio di vigilanza armata presenta un nesso funzionale diretto con i bisogni della nave, se i servizi sono forniti direttamente all’armatore, possono fruire del regime di non imponibilità previsto dall’art. 8 – bis, primo comma, lett. e- bis) del Dpr n. 633 del 1972. Continua a leggere

Archivi

Network

Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail

I Video

Video
Video Video Aiss