Rinnovo CCNL

L’ultimo CCNL è scaduto da due anni. Storia di una trattativa che sembra non finire mai.
Qualcosa non ti va giù? Scrivi alla redazione: vogliamo sentire la tua voce obliqua.
ATTENZIONE: per dar corso alle numerose richieste che ci pervengono dai lettori, ci occorrono le generalità del mittente e l’Istituto/Agenzia di appartenenza. Ovviamente non verranno divulgate (è una norma precauzionale contro perditempo e richieste fasulle): www.vigilanzaprivataonline.com si impegna sempre a garantire l’anonimato di chi fa sentire la propria voce.

stretta-mano-maniE’ stato sottoscritto da Anisi e Più Servizi (Federsicurezza), assieme a Uiltucs Nazionale, l’accordo sindacale integrativo al vigente CCNL S.A.F.I. (Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per il personale dipendente da imprese esercenti Servizi Ausiliari, Fiduciari e Integrati resi alle Imprese Pubbliche e Private), con decorrenza 23 giugno 2015. Intervenendo ad integrazione delle attuali norme previste dal suddetto CCNL, l’accordo introduce al 5° livello un accesso retributivo di ingresso di 935 euro mensili lorde, a fronte delle 1.070 attualmente previste dalla tabella retribuzioni.

Continua a leggere

Giovanni Claudio MagonLa notizia della disdetta del CCNL della vigilanza privata da parte di UNIV, Unione Nazionale Istituti di Vigilanza, ha fatto molto discutere. Perché tanta fretta? – ci si è chiesto in prima battuta. E cosa si vuole ottenere – ci si è chiesto in seconda battuta. E infine, con quali appoggi si vogliono ottenere gli obiettivi prefissati, lato sindacale e lato compagini datoriali distinte da UNIV.

Ne abbiamo parlato con Giovanni Claudio Magon, vice presidente vicario e presidente della commissione sindacale di UNIV.
Continua a leggere

univL’Assemblea generale UNIV (Unione Nazionale Istituti Di Vigilanza), riunitasi il 30 giugno 2015, ha deliberato all’unanimità la disdetta del vigente CCNL per i dipendenti da istituti di vigilanza privata e servizi fiduciari, in applicazione dell’art. 143, comma 2 del contratto e nel rispetto dei 6 mesi antecedenti la scadenza, fissata al 31 dicembre 2015.  Una scelta dirompente che lancia un segnale politico importante, “non certo – si legge nel comunicato Univ – per mera questione economica, quanto piuttosto per dare corpo all’esigenza improcrastinabile di scuotere le coscienze di un sistema, ormai da troppo tempo, rannicchiato e fermo nel passato. La speranza, per Univ, è che sia l’occasione giusta per creare un nuovo momento fondativo per il comparto,  grazie anche al sostanziale e necessario apporto dell’imprenditoria di settore, che costringa le parti sociali e gli operatori tutti a prendere coscienza della necessità di svegliarsi dal torpore dell’ultimo decennio”.
Continua a leggere

stretta-mano-maniGrandi passi avanti nella definizione di un CCNL unico che coaguli tutte le rappresentanze della security disarmata. Lo scorso 18 marzo, a un anno dal suo battesimo ufficiale, il Patto Italiano per la Sicurezza non armata ha ritrovato l’originario vigore in una riunione strategico-operativa dove si è condiviso e rafforzato l’obiettivo di dar vita ad un unico contratto di lavoro forte, equo e capace di avere adeguato riscontro sul piano istituzionale. Continua a leggere

logo-Filcams-cgilTempo di convegni per la vigilanza privata. CGIL organizza per il 26 marzo a Catanzaro (presso il Palazzo della Provincia) l’incontro “Vigilanza privata, luci ed ombre di un settore in crisi”. Caldissimi i temi all’ordine del giorno: spending review, appalti al massimo ribasso, dumping contrattuale, stretta creditizia e difficoltà per le imprese, Jobs Act e art. 7 del Dlgs n.23/2015. Continua a leggere