federsicurezza

EuropaLa sicurezza privata vola in Europa. Con il contributo della Delegazione di Confcommercio presso l’UE, una rappresentanza guidata dal presidente di Federsicurezza (Federazione del settore della vigilanza e sicurezza privata) ha incontrato attori di spicco del Parlamento e della Commissione Europea per intessere nuove relazioni internazionali in tema di sicurezza privata.  Tra le personalità incontrate: Luigi Soreca, direttore Sicurezza Interna presso la Commissione Europea; Silvio Mascagna, membro del Gabinetto del Commissario UE per la Sicurezza Julian King; Sandro Menichelli, Rappresentante Permanente d’Italia presso l’UE per la Giustizia e Affari Interni; Alessandra Mussolini, europarlamentare nella Commissione LIBE (libertà civili, giustizia e affari interni). Continua a leggere

Per FederSicurezza nulla osta a buttare sul piatto della discussione i numeri della rappresentanza di vigilanza privata e servizi fiduciari di sicurezza. L’obiettivo? Acquisire presso le autorità tutorie una credibilità tale per cui il mercato e le stesse committenze (almeno quelle pubbliche) rispettino le regole del gioco, sul fronte della corretta competizione e sul piano della contrattazione di lavoro. Ne abbiamo parlato con il Presidente Luigi Gabriele, che ci ha subito invitato a coinvolgere anche gli altri attori del processo. Continua a leggere

L’immagine che emerge dall’edizione 2016 dell’Osservatorio sulla sicurezza privata di Federsicurezza è quella di un settore che sta cambiando profondamente nelle sue determinanti fondamentali: la richiesta di servizio sul fronte della domanda (non più ancorata alla vigilanza armata), la possibilità per le imprese del settore di fare business, che premia solo quelle che si rivelano in grado di innovare e di interpretare le nuove esigenze della domanda. Questa la sintesi dell’analisi Format Research sull’attuale mercato della vigilanza privata italiana Continua a leggere

Per contare, occorre fare la conta. In altre parole: solo mettendo sul piatto il numero di tessere sindacali e di aziende associate del settore vigilanza privata e sicurezza si può invocare una rappresentanza forte e inoppugnabile  di fronte alle autorità, all’utenza e al mercato tutto. I sindacati dei lavoratori hanno già cominciato: ora tocca alle imprese. Questa la sintesi della tavola rotonda di Federsicurezza dello scorso 30 marzo aperta a tutte le OOSS e Associazioni di categoria e dedicata all’attuale tema della rappresentatività. Un tema che presenta riflessi sul piano contrattuale, naturalmente, ma a cascata anche sul piano dei diritti e della sicurezza dei lavoratori, oltre che della corretta competitività sul mercato e della stessa tenuta dei sistemi di rappresentanza. Perché se non si dimostra di avere i numeri non si può avere credibilità. E senza credibilità banditi, sindacati gialli e stazioni appaltanti spregiudicate avranno sempre la meglio, dal momento che, in questa Italia 2017, delinquere si mostra spesso vantaggioso.

Continua a leggere

L’analista Format Research ha rilasciato un addendum al report Federsicurezza 2016 basato sulle interviste ai player più rappresentativi del settore vigilanza privata, suddivisi per fasce dimensionali. Ne esce un quadro complesso, dove la capacità di produrre margini è di fatto limitata alle imprese con una robustezza tale da poter interpretare in modo innovativo, e non di rado con ingenti investimenti, le articolate richieste del mercato. Il mercato pare a sua volta inquinato da una competizione non sempre corretta per una molteplicità di fattori: dalla disapplicazione delle normative portanti (o mancato sanzionamento delle violazioni), alla moltiplicazione di “contratti collettivi di lavoro” non supportati da soggetti dotati di rappresentanza. Un tema esiziale non solo sul piano contrattuale e della corretta competizione tra imprese, ma anche su quello della credibilità e della tenuta degli stessi sistemi associativi maggiormente rappresentativi. Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video