Vigilanza nella stampa

Rassegna stampa di fonte italiana ed estera.
Sottoponi alla redazione le tue notizie: vogliamo far sentire anche la tua voce obliqua.
ATTENZIONE: per dar corso alle numerose richieste che ci pervengono dai lettori, ci occorrono le generalità del mittente e l’Istituto/Agenzia di appartenenza. Ovviamente non verranno divulgate (è una norma precauzionale contro perditempo  e richieste fasulle): www.vigilanzaprivataonline.com si impegna sempre a garantire l’anonimato di chi fa sentire la propria voce.

I capolavori dell’arte italiana daranno il benvenuto ai leader mondiali del G7 di Taormina, previsto nell’ultima settimana di Maggio. A KSM, società di security collegata al Gruppo BIKS, è affidato l’incarico di proteggere il patrimonio artistico italiano in mostra per i grandi della terra. KSM schiererà il suo staff a Palazzo Corvaja dove, tra i beni esposti, sono presenti anche opere di Antonello da Messina e del Caravaggio. KSM si avvarrà di tecnologia di ultima generazione grazie alla partnership con Noovle: il personale sarà dotato di Google Glass (occhiali altamente tecnologici che permettono di trasmettere le immagini in real time e H24 alla centrale operativa della società di security, assicurando così controllo in loco e anche da remoto).
Continua a leggere

Federpol festeggia 60 anni: nel tempo si è adeguata alle costanti evoluzioni della professione investigativa, mantenendo però saldi quei principi di giustizia, legalità e mutuo soccorso che hanno ispirato i fondatori. Negli anni la Federazione ha registrato una continua crescita in termini di numero di iscritti e soprattutto professionale a livello di comparto, fungendo da traino per gli investigatori italiani ed oggi la professione dell’investigatore privato è regolamentata da una delle normative più complete dell’UE. Per festeggiare una ricorrenza così significativa, Federpol terrà Congresso Nazionale e Assemblea Generale il 26 e 27 maggio 2017 all’Hotel Aurelia Antica di Roma. Continua a leggere

IVRI si è aggiudicata il premio de Le Fonti Awards® per la categoria “Eccellenza dell’Anno/Innovazione & Leadership”, dove “Innovazione” viene  intesa anzitutto come ampliamento dell’offerta di servizi e uso di tecnologie all’avanguardia. Se da un lato infatti IVRI ha ottimizzato la security sul territorio – suo storico core business – per rispondere alle sfide imposte dall’attuale momento storico, dall’altro ha introdotto nuove attività di intelligence, cyber-security e business continuity sviluppate in partnership con l’israeliana Lotan Hls & Defense. Ma il valore dell’innovazione, per IVRI, si applica anche alla concezione stessa del termine sicurezza.  “Per noi sicurezza significa articolazione di servizi che si integrano e completano – illustra l’Avv. Rosario Basile, Presidente di BIKS Group, Holding di IVRI – interagendo non solo nel momento di necessità, ma prevenendo il fattore di rischio in una visione strategica di ampio respiro”.  Continua a leggere

C’è anche la vigilanza privata ad aiutare le piccole Chiara e Francesca, rispettivamente di 11 e 14 anni, che nel sisma di Amatrice del 24 agosto hanno perso i genitori e i nonni, dopo essere rimaste per sette ore sotto le macerie. Un trauma che difficilmente si può cancellare per una storia – come tante, purtroppo – che ha commosso l’Italia ma che sta trovando l’affetto e il sostegno di moltissimi cittadini. Il settore della vigilanza privata non è rimasto a guardare e ha deciso di farsi carico dell’educazione delle due sorelle, affidate alle cure dello zio Fabio. Sia Federsicurezza (Federazione del settore della Vigilanza e Sicurezza privata) sia UNIV (Unione Nazionale Istituti di Vigilanza), doneranno, ogni anno a partire dal 2016 fino a che le ragazze non concluderanno gli studi superiori, 1000 euro a ciascuna. Una piccola ma importante luce in un tunnel di disperazione che, auspischiamo, possa innescare fenomeni emulativi e vituosi.

Dopo le polemiche per i casi di cronaca più che nera avvenuti sulle linee di Trenord, da marzo sarà l’Associazione temporanea di imprese composta da Italpol, Sicuritalia, Ivri, Allsystem e altre aziende ad operare un servizio di vigilanza privata armata, sicurezza e pronto intervento nelle stazioni e sui convogli, con un appalto da 8,5 milioni in due anni che prevede l’impiego di circa 80 operatori. Stop, insomma, a portieri disarmati e scarsamente formati nelle stazioni: un nuovo modello di guardia giurata è imposto oggi da un DM (invero del lontano 2009 ma di fatto applicato solo dalla scorsa estate) e dalle linee guida Anac del 2015, che vietano di incaricare società di portierato in bandi di questo genere. Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video