Notizie flash

Si è svolto a Piacenza il 15esimo raduno nazionale delle Guardie Giurate. Una giornata per ricordare i tanti caduti in servizio e l’impegno costante delle Guardie Giurate, che prestano servizi alle città al fianco delle Forze dell’Ordine. In particolare è stato dedicato un pensiero a Francesco Della Corte, GpG napoletana uccisa da quattro malviventi. Ad organizzare la cerimonia, che ha avuto luogo lo scorso 22 aprile, l’Associazione Guardie Giurate in Congedo. Continua a leggere

Venivano da Scampia i tre minorenni che hanno colpito la guardia giurata Francesco Della Corte alla metro di Piscinola, morta ieri notte dopo quasi 20 giorni di dolorosa agonia. Volevano rubare una pistola: non ci sono riusciti, ma Francesco è morto. “L’ennesima evitabile tragedia che colpisce le Guardie Giurate”  – scrive alla nostra redazione Fabio Padovani, Presidente di A.N.G.G.I – Associazione Nazionale Guardie Giurate Italiane.
Continua a leggere

FederSicurezza e l’Università degli Studi di Napoli “Parthenope” (dipartimento di Giurisprudenza), lanciano una triplice proposta formativa da presentare al Fondo For.Te e proporre agli operatori del settore. I tre piani formativi messi a punto prevedono sia la somministrazione di corsi che le guardie giurate devono seguire obbligatoriamente (es. corsi di formazione e aggiornamento), sia corsi di inglese, privacy e primo soccorso. Continua a leggere

Torna in autunno l’appuntamento con la fiera biennale di riferimento per il mercato italiano della security e dell’automazione edifici, il “fratello ricco” della vigilanza privataSICUREZZA 2017, di scena dal 15 al 17 novembre prossimo a Fiera Milano-Rho, cresce all’insegna dell’integrazione e delle soluzioni tailor-made, incarnando un nuovo concetto di sicurezza a 360° che esula dai tre segmenti tradizionali (videosorveglianza, controllo accessi, antintrusione) per allargarsi alla safety (antincendio), alla cyber security (antiterrorismo), ai servizi (con la vigilanza in testa).  Continua a leggere

Tempi duri in Securpol: a seguito di un crack da 160 milioni di euro e conseguente sequestro dei conti aziendali da parte della magistratura, le guardie giurate si trovano da due mesi senza stipendio. Un lavoratore è morto di ictus e un altro si è suicidato. A nulla sono servite le procedure di raffreddamento messe in atto dai Sindacati. Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video Video Aiss