Ex Buttafuori

buttafuori-vigilanza-privataSei un addetto ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi (ex “buttafuori”)? Fai sentire la tua voce obliqua!

Invia a redazione@vigilanzaprivataonline.com suggerimenti, esperienze, best practise, richieste di chiarimenti.

ATTENZIONE: per dar corso alle numerose richieste che ci pervengono dai lettori, ci occorrono le generalità del mittente e l’Istituto/Agenzia di appartenenza. Ovviamente non verranno divulgate (è solo una norma precauzionale contro perditempo e richieste fasulle): www.vigilanzaprivataonline.com garantisce sempre l’anonimato di chi fa sentire la propria voce.

buttafuori

Non chiamateli più buttafuori.

Perché da quando il pacchetto sicurezza (DL 94/2009) ne ha sancito il battesimo giuridico, i circa 200.000 “ragazzi della security” sono diventati una categoria operativa autonoma e come tale rivendicano diritti, attenzione da parte del decisore e un contratto collettivo tutto per loro. Continua a leggere

butt-disoteca

Il Ministro Maroni ha firmato una nuova proroga, ora in corso di  pubblicazione in G.U., che farà slittare il termine per l’adeguamento del decreto sui buttafuori al 30 giugno 2011.
Gestori di locali di pubblico intrattenimento, operatori e Regioni (investite dell’onere di organizzare degli specifici corsi di formazione) possono quindi tirare un sospiro di sollievo.
Salvo ulteriori proroghe, cadrà infatti il 1° luglio 2011 la deadline finale per mettersi in regola nell’attività di security nelle discoteche e nei locali d’intrattenimento. Continua a leggere

butt-disoteca

Il Sindaco di Pescara ha emanato un’ordinanza che consente ai gestori di pub, discoteche e circoli privati di tenere aperto fino alle 4 nel week end e fino alle 3 negli altri giorni della settimana, a condizione (tra le varie) che si usino guardie giurate per i servizi di security. E subito è infuriata la polemica: secondo l’Osic, associazione che raggruppa gli operatori speializzati addetti alla sicurezza, l’ordinanza sarebbe in contrasto col decreto del ministero dell’Interno del 6 ottobre del 2009 (c.d decreto sui buttafuori), che stabilisce “l’utilizzo esclusivo del personale addetto alla sicurezza nei luoghi aperti al pubblico, dove si effettuano attività di intrattenimento, nei pubblici esercizi e negli spazi parzialmente utilizzati a fini privati”. Continua a leggere

butt-disoteca

 RIMINI –  Buttafuori senza titoli addio, arriva quello ‘doc’, approvato dal prefetto. La Prefettura di Rimini ha infatti concesso i primi titoli di ‘polizia’ di abilitazione ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo, secondo quanto previsto dal decreto Maroni. La notizia, resa nota dall’associazione nazionale Federsec, che raggruppa un migliaio di addetti del settore sicurezza, è stata confermata dalla Prefettura che ha specificato come, ad aver ottenuto il titolo di polizia, siano state ben due ditte riminesi. Continua a leggere

logo UILTUCS

Ne parliamo con Parmenio Stroppa,
Presidente E.Bi.N.Vi.P.Ente Bilaterale Nazionale Vigilanza Privata

Se con l’accordo separato il CCNL diventa un contratto di regole, la partita economica si gioca ora sui tavoli territoriali. E’ per questo che si sente parlare di aumenti ridotti all’osso, in taluni casi addirittura di “contratto in perdita”?
L’accordo separato prevede unicamente che il CCNL studi e ratifichi delle soluzioni relative alla parte regolamentare e che la parte economica si riferisca non più all’inflazione programmata, bensì ad un altro parametro – comunque oggettivo e prevedibile – ossia l’IPCA (Indice dei Prezzi al Consumo Armonizzato per i paesi dell’Unione), un indice che in prospettiva porterà ad un sensibile miglioramento delle attuali condizioni. I contratti “in perdita” non sono nemmeno ipoteticamente ammissibili: è la stessa Costituzione a sancire il diritto dei lavoratori a non subire modifiche in pejus del proprio trattamento. Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video