Vigilanza in spiaggia? Braccialetti per garantire il distanziamento

Mentre Governo e ANCI si scannano per arruolare 60.000 volontari su spiagge e parchi per controllare social distancing, assembramenti e mascherine, l’industria mette in campo soluzioni per garantire che le regole vengano rispettate in piena sicurezza per gli addetti e per i cittadini, nel rispetto della privacy anche nell’eventuale ricostruzione di catene di contagio e pure certificando il rispetto dei protocolli di sicurezza. Braccialetti, sistemi SOS, termoscanner: ne parliamo con Giorgia Pironi, Responsabile Marketing di W.A.Y. Srl, Associata ANSSAT-Federsicurezza.

Continua a leggere

Vigilanza Privata: rilevare la temperatura senza contatto a tutela di guardie giurate, Istituti e cittadinanza

La vigilanza privata è tra le categorie più esposte al rischio. Assurti – era l’ora – ad eroi assieme alle altre categorie essenziali, le guardie giurate e gli addetti alla security si sono mostrati in questi mesi in tutta la loro professionalità ma anche nella loro vulnerabilità, soprattutto quando mascherine e guanti erano introvabili. E anche adesso che i DPI  sono più o meno accessibili, molti operatori restano a rischio, dovendo spesso controllare gli accessi con termometri digitali che richiedono una distanza molto ravvicinata con l’utenza di supermercati, ospedali, uffici pubblici e privati, fabbriche, treni e bus, banche e poste. Eppure esistono soluzioni professionali, hi tech ma di semplice impiego per rilevare la temperatura senza necessità di contatto e superando il fatidico metro di sicurezza.

Continua a leggere

Benefici fiscali per la vigilanza privata e sussidiarietà: il pensiero di Freedom Security per la ripresa

Le 1339 imprese che nel 2018 rappresentavano il mercato della sicurezza e vigilanza privata si suddividevano in un 18,6% di realtà medie e grandi e in oltre la metà di imprese di piccole dimensioni, moltissime operanti nel Sud. Sono realtà radicate sul territorio, che puntano su qualità del servizio e professionalità. Realtà ovviamente penalizzate dalle chiusure imposte dal Covid19, che ha colpito in particolare le piccole realtà commerciali locali. Ne abbiamo parlato con Angelo Mancini, Amministratore dell’Istituto Freedom Security e di Freedom Security Solutions a Selargius (Cagliari), come pure dell’Istituto di Investigazioni private Freedom Security di Roma e Delegato Regionale per la Regione Sardegna di UNIV.

Continua a leggere

Nuovi spazi per la vigilanza privata ma nuove cautele: la ricetta Sicuritalia per la fase 2

Nel commentare la fase 2, il Premier ha accennato ad una “buona occasione per rimettere a posto ciò che non andava anche prima del Covid19“. Ora, poichè le disfunzioni erano (e sono) infinite, auspichiamo che nella generica allusione fosse inclusa anche l’italica abitudine di non pagare al primo alito di vento. Perchè se un insoluto il 24 aprile può dirsi comprensibile, un insoluto il 24 febbraio è pretestuoso. Serve coesione di filiera per evitare quei cliché che tanto ci stanno danneggiando anche nel negoziato europeo. Su questo tema, come pure sulla fase 2 e sui nuovi spazi di manovra offerti a sicurezza e vigilanza privata, abbiamo sentito il leader di settore: Lorenzo Manca, AD e Presidente del Gruppo Sicuritalia.

Continua a leggere

Vigilanza privata: MES Security chiede più credito agevolato e stop all’abusivismo

Il Coronavirus ha segnato uno spartiacque tra prima e dopo il 20 febbraio. Da lì è storia, una storia che scriviamo giorno dopo giorno e di cui non sappiamo il finale. Posto che ormai è chiaro che il mondo come lo conoscevamo prima non esisterà più e che toccherà a noi ricostruirlo, con coraggio e pazienza, abbiamo chiesto agli imprenditori della vigilanza privata come stanno affrontando l’emergenza e come immaginano l’era post-Covid19. Di seguito l’intervista a Paolo Raffaelli, CEO di MES Security, giovane ed ambiziosa realtà operativa nel bolognese.

Continua a leggere