L’Intervista del mese

capacità tecnica

Se ne parla da anni, ma in Italia ci si muove all’ultimo momento, non è una novità. Fatto sta che dopo il 16 marzo (entrata in vigore del DM sulla capacità tecnica, rappresentato nella grafica in caratteri horror) si è scatenato il panico. In redazione giungono continue richieste di chiarimenti – soprattutto da parte di imprenditori della vigilanza privata, ma anche da parte delle guardie giuratesu come affrontare gli adeguamenti richiesti.
Si tratta di un decreto articolato e complesso, che coinvolge diverse aree d’intervento – non tutte purtroppo coperte dalla nostra sfera consulenziale diretta. Ci siamo quindi rivolti ad un consulente specializzato (Annamaria Domenici, Presidente di SicurServizi – braccio formativo e consulenziale di Federsicurezza), per chiarire almeno i punti essenziali, quelle che gli inglesi chiamano FAQ. Continua a leggere

controllo di ronda

Per la vigilanza privata sono momenti molto duri: una riforma in atto che finora ha dispiegato solo effetti negativi, la necessità di essere più competitivi e tecnologici per fronteggiare la concorrenza interna ed esterna, uno sciopero delle guardie giurate in arrivo e un CCNL che attende il rinnovo da quasi 2 anni. Il tutto in un clima di  crisi che sta mietendo molte vittime anche nel nostro settore. Come aggiornarsi, acquisisre nuove quote di mercato ed essere competitivi se la coperta si fa sempre più corta?
Ne parliamo con Paolo Gualtieri
. Continua a leggere

Eur-strappatof

Ne parliamo con Paolo Spollon, Vicepresidente di Assovalori

Qual è lo stato di salute del trasporto valori in Italia?

E’ una domanda alla quale occorre dare una risposta articolata.
Si deve innanzitutto esaminare la situazione del mercato, verificando se si tratti di un settore maturo, statico o con margini di crescita. Le recenti statistiche della Banca Centrale Europea evidenziano un incremento del contante in circolazione; incremento dovuto però a cause contingenti: crisi finanziaria del 2008, utilizzo dell’Euro per tesaurizzazione anche da soggetti al di fuori dell’area Euro ecc. Continua a leggere

obrist

Ne parliamo con Ernfried Obrist, Presidente U.I.T.S. , Unione Italiana di Tiro a Segno

E’ stato un triennio difficile per l’UITS, che ha rischiato addirittura lo scioglimento. Con la riconferma ad Ente Pubblico del 9 ottobre scorso, però, si dovrebbe aprire un’annata più serena. Cosa rappresenta questa qualifica per l’UITS e quali sono i vostri obiettivi per questo 2010?

La conferma dell’Unione Italiana di Tiro a Segno è uno dei più importanti risultati che il tiro a segno in Italia abbia mai avuto.
Le attività da mettere in campo sono molteplici ma posso individuare tre grandi filoni: formazione (qualità), sicurezza e obiettivi olimpici. Continua a leggere

logo-ministero-Interno

Ne parliamo con Valter Crudo, Direttore dell’Ufficio per gli Affari della Polizia Amministrativa e Sociale con funzioni di Vice Presidente della Commissione Consultiva Centrale.

Come procedono i lavori in Commissione Consultiva Centrale? Può darci un’idea delle tempistiche di emanazione dei decreti attuativi del DPR di riforma 153/2008?
I lavori della Commissione procedono alacremente, ma la materia da regolamentare è molto complessa. Per questo motivo si è deciso di creare delle sottocommissioni tematiche (capacità tecnica e formazione professionale) che stanno predisponendo le bozze da sottoporre alla Commissione in seduta plenaria.  Credo che per l’inizio del nuovo anno avremo la bozza di decreto in materia di capacità tecnica e qualità del servizio da sottoporre al Consiglio di Stato per il parere. Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video Video Aiss