Trasporto valori e posto di blocco: fermarsi o no?

14 Mag 2011

di Ilaria Garaffoni

posto-blocco

Spett.le Redazione
oltre a ringraziarVi per l’ottimo servizio che offrite alla vigilanza privata e alla categoria delle guardie giurate, vorrei chiedere dei chiarimenti sul comportamento che deve tenere l’equipaggio di un furgone blindato ad un posto di controllo. Certo di una cortese risposta, porgo i migliori saluti.

Fabio

Caro Fabio,
innanzitutto grazie per i complimenti: sono per noi la migliore spinta per andare sempre avanti.

Venendo al tuo quesito, primariamente occorrerebbe sapere che cosa intendi esattamente per “posto di controllo”. Se ti riferisci ad un posto di blocco istituito dalle forze dell’ordine, i furgoni blindati – in quanto mezzi privati – devono sottostarvi, come qualsiasi altro veicolo. Quanto meno non c’è nessuna normativa che preveda il contrario. Tuttavia, specifica il nostro esperto Giordano Lacasella, ” a mio parere, le GPG dovrebbero agire secondo le circostanze. Innanzitutto dovrebbero fermarsi e immediatamente avvisare la Centrale Operativa, ma non devono aprire gli sportelli fin quando non ricevono l’ordine dalla centrale, la quale nel frattempo si sarà informata presso gli organi di polizia se il blocco è reale. Se le forze dell’ordine dovessero richiedere l’apertura del vano valori, si potrebbe far loro notare che non è possibile, perchè la normativa prevede che l’apertura del vano valori venga gestita direttamente dalla centrale operativa”.

 

Insomma, la faccenda è tutt’altro che ovvia. Per maggiori informazioni, i riferimenti normativi sul trasporto valori sono reperibili al punto 3.I dell’allegato D del DM 269/2010, il famoso DM sulla capacità tecnica.

Clicca qui per scaricare Dm capacità tecnica Allegato d

Ciao!

I Video

https://www.anivp.it/

Archivi