Vigilanza Privata: ok rilevare la temperatura ma con regole certe

Rilevare la temperatura corporea è tra i servizi più richiesti, con l’emergenza Covid-19, per guardie giurate e addetti alla security. Tuttavia tali operazioni, in condizioni non emergenziali, dovrebbero essere demandate a personale medico abilitato e solo laddove tale personale non fosse presente potrebbero essere affidate alla vigilanza privata. Peraltro solo a due condizioni: che il committente (supermercato, aeroporto, banca, cantiere etc) l’abbia richiesto espressamente e che siano rispettate specifiche regole a tutela degli addetti. Lo rammentano i sindacati Filcams-CGIL; Fisascat- CISL e Uiltucs-UIL.

Continua a leggere

Covid19, vigilanza privata e progettazione della sicurezza: come cambierà il security manager

Dalla security alla safety passando per la sicurezza sanitaria, dalla sicurezza fisica a quella logica passando per la protezione dei dati: l’emergenza Covid sta cambiando il modo di fare e proporre sicurezza. Se le tecnologie nate per la sicurezza anticrimine oggi si usano per misurare la temperatura e verificare i distanziamenti, e se le forze di vigilanza privata vengono utilizzate per far rispettare i DPCM, anche la figura del security manager – in alcuni obbligatoria negli Istituti di Vigilanza – deve cambiare. Ma come? Con quali percorsi formativi? Con quale certificazione? Ne abbiamo parlato con Giovanni Villarosa, esperto di Sicurezza Fisica per Infrastrutture, Senior Security Manager e DPO, Vice Presidente di SECURTEC.

Continua a leggere

Vigilanza Privata: slittamento adempimenti fiscali e sconti di premio INAIL

Due novità di interesse per il settore della vigilanza privata: l’Agenzia delle Entrate ha chiarito alcuni aspetti del Decreto Cura Italia e del Decreto Liquidità in materia (anche, ma non solo) di sospensione dei termini degli adempimenti fiscali, mentre l’INAIL ha aumentato gli sconti di premio per attività di prevenzione 2021 per alcuni interventi, tra i quali “aver adottato una buona prassi per migliorare le condizioni di salute e sicurezza nel luogo di lavoro (ex art. 2 comma 1 lettera v del d.lgs. 81/08 e s.m.i.) tra quelle validate dalla Commissione consultiva permanente ex art. 6 del d.lgs. 81/08 e s.m.i. e pubblicate sul sito internet del Ministero del lavoro e delle politiche sociali”.

Continua a leggere

Vigilanza Privata: tra i più esposti al contagio ma i test sierologici sono a pagamento

Le guardie giurate di sesso maschile sono ufficialmente annoverate tra le categorie ad alto rischio di contagio, quanto meno in Gran Bretagna. Lo dice l’ONS, omologo britannico dell’ISTAT. Nel Belpaese, invece, se nella fase 1 reperire mascherine, guanti e altri strumenti protettivi è stata una vera impresa per gran parte degli Istituti di Vigilanza Privata, nella fase 2 la categoria è stata addirittura esclusa da quelle che hanno diritto ai test sierologici gratuiti. Il tutto mentre la cronaca ci parla di guardie prese a calci e testate mentre svolgono il loro mestiere. Alla faccia dell’R0 da tenere ai minimi.

Continua a leggere

Vigilanza Privata: rilevare la temperatura senza contatto a tutela di guardie giurate, Istituti e cittadinanza

La vigilanza privata è tra le categorie più esposte al rischio. Assurti – era l’ora – ad eroi assieme alle altre categorie essenziali, le guardie giurate e gli addetti alla security si sono mostrati in questi mesi in tutta la loro professionalità ma anche nella loro vulnerabilità, soprattutto quando mascherine e guanti erano introvabili. E anche adesso che i DPI  sono più o meno accessibili, molti operatori restano a rischio, dovendo spesso controllare gli accessi con termometri digitali che richiedono una distanza molto ravvicinata con l’utenza di supermercati, ospedali, uffici pubblici e privati, fabbriche, treni e bus, banche e poste. Eppure esistono soluzioni professionali, hi tech ma di semplice impiego per rilevare la temperatura senza necessità di contatto e superando il fatidico metro di sicurezza.

Continua a leggere