Vigilanza Privata: dopo un buon 2021, nuove sfide per Coopservice (e per tutti)

Chiaroscuri di un settore vigilanza privata che nel 2021 si era ripreso ma che si è trovato a fronteggiare altre variabili ancora più dannose del Covid: dal caro energia ad una guerra dagli esiti imprevedibili. Ne abbiamo parlato con Roberto Olivi, riconfermato presidente di Coopservice, per la quale ha già ricoperto diversi incarichi prestigiosi, tra i quali Di.Ge e Direttore della divisione Sicurezza.

Continua a leggere

Cosmopol acquisisce CMF Holding e si rafforza al Nord

Il Gruppo Cosmopol, tra i leader nel settore vigilanza e sicurezza privata, ha acquisito C.M.F. Holding S.r.l., alla quale fanno capo anche C.M.F. Scarl, già Consorzio Mondialpol Facility, e C.M.F. Nord e C.M.F. Centro. La Holding (con sede a Brescia) fornisce servizi fiduciari, reception, accoglienza ed antitaccheggio; C.M.F. ha registrato un fatturato annuo medio negli ultimi tre esercizi (2019, 2020 e 2021) di 19,7 milioni di euro ed oggi impiega 375 addetti sul territorio nazionale, con una concentrazione in Lombardia e Piemonte. L’accordo, che salvaguarda i livelli occupazionali, permette al gruppo di rafforzare la propria presenza nel Nord e nel Centro, in special modo nei servizi di sicurezza ad alta professionalizzazione.

Continua a leggere

Vigilanza Privata: al Viminale vige la legge del silenzio

E, come sempre, il nostro Bastiancontrario fa parlare di sè. Luigi Gabriele, identificandosi nell’unico lettore del nostro anonimo autore, rilancia il tema del “non fare” dell’Amministrazione dell’Interno. Non prendere iniziative utili per la vigilanza privata, non ascoltare le richieste (anche di semplice attenzione) del settore, non valorizzare le cose buone, non cogliere le occasioni. Il tutto per una presa di posizione esiziale per il settore: non voler comunicare con gli stakeholders. La lista delle cose da non fare è liberamente aggiornabile, a danno della sicurezza privata, naturalmente.

Continua a leggere

Sicurezza fisica, logica e intelligence: un convegno Confedersicurezza

In un mondo caratterizzato da digitalizzazione e un’ibridazione della sicurezza fisica e logica che abbraccia le stesse tematiche del conflitto in essere, il 16 Giugno si è tenuto a Roma un convegno innovativo per un settore che, invero, da tempo si è aperto a tematiche di sicurezza cyber. Parliamo della vigilanza privata, o meglio della sicurezza privata: un inquadramento di 100.000 unità che potrebbero aumentare se solo l’autorità tutoria non si limitasse a censurarne e comprimerne mercati e opportunità. Questa la sintesi del convegno “Intelligence e Cybersecurity. La sicurezza nazionale nel contesto di mercato”, organizzato da ConFederSicurezza e sponsorizzato da AXON.

Continua a leggere

Estensione licenza vigilanza privata: basta la comunicazione (ma la PA lo sa?)

Vi ricordate che, grazie ad una sentenza del Consiglio di Stato del 2021, per estendere la licenza di vigilanza privata non bisogna più aspettare 90 giorni per essere autorizzati (anche con silenzio-assenso) dal Prefetto? Vi ricordate che per estendere la licenza ad altre province o altri servizi basta insomma comunicarlo al Prefetto? Noi sì, e le imprese certamente sì, visti i vantaggi di questo snellimento, ma Prefetture e Questure non sempre. Magari, suggerisce il nostro stranamente pacato Bastiancontrario, sarebbe stata utile una circolarina esplicativa, due parolette, una letterina, tanto per dire? …Ma forse era un silenzio-assenso.

Continua a leggere