Dal prossimo 1 luglio 2019, si formalizzerà l’acquisizione del ramo d’azienda nella regione Veneto della Vigilanza Serenissima da parte del Gruppo Civis SpA.
L’operazione è volta ad incrementare presenza, qualità e capillarità dei servizi di vigilanza privata, teleallamr e servizi fiduciari a Venezia, Treviso, Belluno, Vicenza e Padova. Continua a leggere

Verisure. Lato tecnologie, un kit di sicurezza innovativo e avanzato affiancato da un servizio d’eccellenza di collegamento alla Centrale Operativa h24. Lato vigilanza privata, un modello di business che ha aperto un mercato residenziale che il comparto stentava ad aggredire per assenza di offerte calibrate e difficoltà a raggiungere il target.
Presente e futuro di un’azienda che in 5 anni ha creato 1.200 posti di lavoro in Italia fatti di ‘persone che proteggono le persone’… nelle parole di Ilker Mat, Direttore Generale Verisure Italia.

Continua a leggere

logo UILTUCSRiportiamo il comunicato diramato da Uiltucs-UIL e relativo all’ultimo incontro con le associazioni datoriali del comparto vigilanza privata per il rinnovo del CCNL scaduto nel lontano 2015. Temi delle giornate di lavoro: salute e sicurezza; classificazione del personale; malattia; cambio appalto. Interessante il nodo della malattia, che la parte datoriale vorrebbe rimettere in discussione, con particolari riflessi sul periodo di comporto (durante il quale il lavoratore malato non può essere licenziato): per Uiltucs è un no secco.

Continua a leggere

MondialpolLa vigilanza privata continua nel suo processo di polarizzazione del mercato. In attesa che si formalizzi la gigantesca operazione di vendita dell’IVRI, altri due storici protagonisti del settore rafforzano le proprie quote di mercato. Parliamo della Mondialpol di Fabio e Marco Mura, e di Allsystem (Vincenzo Serrani e Private Equity Partners), che si avviano all’integrazione industriale. Obiettivo? Dar vita ad un colosso da 350 milioni di ricavi, 4.500 guardie giurate, 1.500 operatori fiduciari, oltre a migliaia di mezzi – blindati inclusi, sale conta e centrali operative.

Continua a leggere

euroLe guardie giurate percepiscono una paga media oraria che si aggira sugli 8,21 euro all’ora (chi si occupa di servizi fiduciari scende addirittura a 3, per la vergogna del paese). Gli operatori della vigilanza privata e gli addetti sono quindi tra i lavoratori inquadrati nei livelli più bassi dei contratti nazionali con paghe orarie lorde inferiori a 9 euro. Ebbene, se il provvedimento sul salario minimo (Ddl Catalfo) dovesse diventare legge, e Di Maio giura che lo sarà entro Agosto, le guardie giurate potrebbero beneficiare di un aumento che certo non svolterà loro la vita, ma forse la renderà un po’ più decorosa.
Continua a leggere

Archivi

Network

Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail

I Video

Video
Video