Assiv 2013“Il disciplinare emanato dal Capo della Polizia, che fissa criteri e modalità per la certificazione di conformità degli istituti di vigilanza privata, è un nuovo tassello nella costruzione del sistema di qualità delle imprese del settore”. Lo ha evidenziato Maria Cristina Urbano, vicepresidente ASSIV, Associazione delle imprese di vigilanza e servizi fiduciari, al seminario dello scorso 19 marzo a Rom,a dedicato alle nuove norme sulla certificazione degli istituti. Continua a leggere

talk-showI top buyer di security, le categorie che offrono servizi di sicurezza e l’Istituzione che sovrintende all’operato di queste ultime. Il tutto condito da un’indagine di mercato che parla di insicurezza a 360 gradi. Questa la formula del talk show proposto da FederSicurezza e vigilanzaprivataonline all’interno di IP Security Forum il 12 marzo a Verona. Un dibattito, pungente e incisivo, che ha visto confrontarsi domanda ed offerta per mettere a fuoco nuove formule propositive e contrattuali più sostenibili e adeguate alle diverse necessità di sicurezza rappresentate. Esigenze che – analisi di mercato alla mano – si somigliano tutte, benché in forma modulare. Continua a leggere

Logo-assicurezzaDomenico Palma è il nuovo presidente di Assicurezza-Confesercenti; Lino Busà e Gaetano Camarca sono stati nominati, rispettivamente, Direttore nazionale e vice Direttore. “Siamo preoccupati per la crisi strutturale che investe il settore della sicurezza privata. Crisi economica finanziaria, deficit di legalità e d’immagine. La crisi economica ha colpito pesantemente il nostro settore, determinando la chiusura di numerosi Istituti di vigilanza con la conseguente perdita, solo lo scorso anno, di oltre 1000 posti di lavoro. Continua a leggere

Accredia-_medio_02Via alla corsa per la certificazione nel settore sicurezza privataAccredia, Ente unico nazionale di accreditamento designato dal Governo, ha infatti firmato l’accordo con il ministero dell’Interno per poter vagliare e attestare competenza, imparzialità e indipendenza degli organismi che vorranno certificare gli istituti di vigilanza privata e i relativi servizi (vigilanza ispettiva, fissa, antirapina e antitaccheggio, telesorveglianza, intervento, custodia valori, trasporto valori, trattamento denaro e valori). Continua a leggere

UNI-10459-ed-2015E’ uscita la nuova edizione della norma UNI 10459 sui requisiti del professionista della security aziendale, ossia la figura che valuta, gestisce, coordina, previene e mitiga i rischi di origine criminosa di un’organizzazione. Per sgombrare il campo da equivoci, la figura del Security manager (dal 2010 entrata a gamba tesa anche nel campo della vigilanza privata con la riforma del settore) è però nata assai prima, per rispondere alle complesse esigenze di sicurezza delle realtà più critiche e dimensionate dell’industria italiana (banche, utilities, automotive). Solo con il DM capacità tecnica n. 269/2010 tale figura è stata imposta anche agli istituti di vigilanza privata per elevare gli standard di qualità dei servizi. Poichè la nuova norma UNI sostituisce la precedente anche in tutti i richiami di legge, il DM 269/2010 resta quindi in vigore, imponendo però l’adeguamento dei profili professionali già esistenti alla nuova norma. Adeguamento che si prospetta complicato, visto che l’edizione 2015 prevede ben tre nuovi profili. Continua a leggere

Archivi

Network

Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail

I Video

Video
Video Video Aiss