In un'Italia meno sicura, la vigilanza privata è a rischio default

ROMA - Cresce l'insicurezza nel paese, reale e percepita. Per il Censis gli ...

Read More

ANGGI: le guardie giurate sono agenti di polizia giudiziaria

Le guardie giurate aderenti ad ANGGI, Associazione Nazionale Guardie Giurate Italiane, non soddisfatte ...

Read More

L'orario di lavoro nella Vigilanza Privata lo decide il CCNL

Torniamo sull'orario di lavoro. Ricordate che per i servizi della vigilanza privata è ammessa ...

Read More

ASSIV: vigilanza privata e trasporto valori devono poter accedere alle aree ZTL

Immaginate un furgone portavalori zeppo di soldi costretto a fare una deviazione - ...

Read More

Cauzione Vigilanza Privata: nuove regole e no ai Confidi nell'elenco generale

ROMA - Due novità in tema di cauzione: un aspetto diffusamente contestato, a ...

Read More

Il prossimo 9 Luglio si terrà a Roma la prima riunione della Commissione Sindacale scaturita dalla sigla del Patto Italiano per la Sicurezza Non Armata dello scorso Febbraio.
La compagine interassociativ,a che rappresenta la security disarmata, consolida il proprio obiettivo di costruire una piattaforma contrattuale a base unitaria facendo seguito all’incontro dello scorso 5 Maggio, che ha visto impegnata un’altra Commissione – quella Normativa – nell’analisi dei percorsi di riforma da intraprendere per coagulare la materia a livello legislativo. La Commissione Normativa ha in tal sede analizzato le possibili modifiche al TULPS e al suo Regolamento di Esecuzione per includere nuovi servizi e armonizzare quelli già esistenti. Si è poi ampiamente dibattuta la collocazione degli addetti ai Servizi Fiduciari, con particolare riferimento ai cd Portierati.
La definizione dell’assetto normativo era comunque ritenuta propedeutica all’esame delle problematiche contrattuali, oggetto della riunione del prossimo 9 Luglio.
Continua a leggere

logo_federpolIl giorno 17 luglio 2014, ore 14, presso la nuova sede Federpol in Via Milano 51 a Roma, è stata convocata l‘Assemblea Generale dei Collaboratori Associati e dei Soci Titolari Dipendenti aderenti alla Federazione Italiana degli Istituti Privati per le Investigazioni le Informazioni e la Sicurezza. Obiettivo della convocazione: discutere e deliberare in relazione al seguente ordine del giorno: 1) Nomina del Presidente del Comitato; 2) Relazioni del Presidente Nazionale, Agatino Napoleone, in merito all’attuale situzione Federpol; 3) Varie ed eventuali. Continua a leggere

Vincenzo AcunzoDopo il decreto sulla “capacità tecnica” degli Istituti di Vigilanza privata, è in arrivo il decreto sugli enti di certificazione dei qualità dei servizi e degli istituti, che chiude il cerchio degli adempimenti che dovranno essere posti in essere dalle imprese virtuose per restare sul mercato della vigilanza. Adempimenti non privi di costi, ma che – controlli permettendo – dovrebbero porre le condizioni per costruire un mercato libero, regolato e soprattutto equo. O almeno diverso dal far west di abusivismi e illiceità che hanno caratterizzato tanta storia di settore. Davvero? L’abbiamo chiesto a Vincenzo Acunzo, Coordinatore dell’Unità Organizzativa per la vigilanza privata del Dipartimento della Pubblica Sicurezza e Segretario della Commissione Consultiva Centrale.
Continua a leggere

EuropaCome già scritto, la Commissione Europea ha incardinato una procedura di infrazione (EU Pilot 3693/12/MARK – 3694/12/ MARK) contro il DM “capacità tecnica”, ritenendo che il suo dettato possa originare delle restrizioni al diritto di stabilimento ed alla libera prestazione dei servizi per le attività di Vigilanza Privata svolte da Imprese stabilite in altri Stati membri. Il Ministero dell’Interno, con il coinvolgimento delle Associazioni di categoria del settore, ha quindi elaborato un Decreto emendativo che interviene su capitale sociale e cauzione (come richiesto dall’UE), e su ulteriori aspetti: localizzazione satellitare, centrali operative, trasporto valori ed altro ancora. Il Ministero ha accolto anche talune indicazioni fornite dalle Associazioni: vediamole assieme a Claudio Gatti, Vice Presidente di UNIV. Continua a leggere

Rosario BasileE’ stato formalizzato il closing della compravendita del colosso IVRI da parte del Gruppo Basile, che detiene, tra l’altro, KSM, Sicurtransport, Sicurcenter, Saetta Trasporti e Argo. Gli Istituti di Vigilanza Riuniti d’Italia, da tempo oggetto di offerte d’acquisto da parte di cordate d’impresa, private equity e singoli Istituti, passano quindi al colosso più rappresentativo dell’Italia meridionale nel settore sicurezza, vigilanza privata e trasporto valori, guidato dalla storica famiglia Basile. Con questa operazione, del valore complessivo di 65 milioni di euro, la holding BIKS (Basile IVRI KSM Sicurtransport) dà vita al più importante gruppo di vigilanza privata in Italia, con un market share di partenza del 14%. In questa intervista esclusiva a www.vigilanzaprivataonline.com, l’avvocato Rosario Basile racconta obiettivi e retroscena dell’operazione.
Continua a leggere

Archivi

Network

Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail

I Video

Video
Video Video Aiss