Primapagina

Oggi e domani sciopero nazionale dei lavoratori della vigilanza privata armata e dei servizi fiduciari per un rinnovo del CCNL scaduto dal 2015 e che ad oggi non vede la luce. Lo sciopero, proclamato da  Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uitucs Uil per l’1 e il 2 agosto, è differito al 6 settembre per i soli addetti alla vigilanza nei siti aeroportuali. La protesta è articolata a livello territoriale con presìdi e sit-in davanti le Prefetture. Continua a leggere

Vigilanzaprivataonline.com non tratta fatti di cronaca, anche se ci sarebbero morti quasi quotidiane da raccontare tra le guardie giurate, nell’assoluto silenzio dell’opinione pubblica. Ma è proprio per la risonanza pubblica e per la sua efferatezza che accenniamo oggi all’omicidio del vice brigadiere dell’Arma dei Carabinieri Mario Cerciello Rega. Un fatto che porta alla luce un fenomeno che chiunque si occupi di sicurezza conosce benissimo: il senso di incertezza, di preoccupazione e di degenerazione sociale, unitamente a leggi che sembrano spesso premiare il crimine, rendendo difficile capire chi sono i buoni e chi i cattivi. Continua a leggere

Ricordate il servizio di REC (RAI3) del 2016 “Ma siamo sicuri?”, che descriveva le imprese della vigilanza privata KSM e Sicurtransport evocando politiche quanto meno torbide? Il tribunale di Palermo ha condannato la RAI a risarcire il danno per diffamazione: l’accusa di agire in monopolio o di vincere gli appalti con bandi preconfezionati, come altre accuse più implicite ma non meno pesanti, sono state smentite o non sono risultate supportate da dati. Continua a leggere

Si legge in questi giorni – e non è purtroppo la prima volta – di casi di infiltrazioni camorristiche tra soggetti che operano della vigilanza e sicurezza privata in Campania. Si denunciano veri feudi dove le azioni intimidatorie, oltre alla concorrenza sleale, sono all’ordine del giorno per chi si barcamena per operare nel perimetro delle regole. Perché accanto a questa imprenditoria, ce n’è anche una sana, che soffre ma resiste, seppur tra mille difficoltà.
Ne abbiamo parlato con Luigi Esposito, Presidente di Federsicurezza Sud.

Continua a leggere

Divertimento sicuro: questo il tema dell’incontro tra il ministro dell’Interno Matteo Salvini e i rappresentanti delle maggiori associazioni del settore dei locali di divertimento. Si è discussa una bozza di protocollo per elevare la sicurezza nelle sale da ballo e nelle iniziative di pubblico intrattenimento. Il protocollo, a breve alla firma del Ministro, impone ai gestori dei locali un maggiore sforzo in termini di prevenzione e controllo, coinvolgendo anche la SIAE e i Comuni. “In cambio”, il ministero garantisce più interventi per prevenire il diffuso fenomeno dell’abusivismo, oltre a minore burocrazia. Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video