Vigilanza privata: neanche l’Ispettorato del Lavoro rispetta il nuovo CCNL

10 Mag 2024

di Redazione

Annàmo proprio bene: neanche l’Ispettorato del Lavoro rispetta i nuovi costi previsti dal rinnovo del CCNL della vigilanza privata e dei servizi di sicurezza. E se pure l’Istituzione preposta al controllo della sicurezza e qualità del lavoro se ne infischia, che faranno le altre stazioni appaltanti? La denuncia arriva da UNIV, che ha richiesto la revoca di una procedura di gara economicamente insostenibile per le imprese del settore.

Parliamo di un appalto per servizi di vigilanza armata (in presenza e da remoto) con un costo del lavoro presumibilmente parametrato sulle tabelle ministeriali del 2016: il costo orario è stimato infatti in 17,94 euro. Neanche 18 euro con cui ci si fa la birra dopo il rinnovo del CCNL.
E visto che la base d’asta non permette alle imprese nemmeno di coprire i costi, tanto meno di produrre utile, UNIV ha invitato l’Ispettorato del Lavoro ad avviare una nuova procedura che sia sostenibile. Speriamo.

Scarica l’invito all’Ispettorato del Lavoro

I Video

https://www.anivp.it/

Archivi