PMI al collasso nel comparto sicurezza: nasce la Rete Europea della Sicurezza Privata

Le-reti-di-impresa-un-opportunita-di-crescita-per-le-aziende-del-MoliseSe il DM 269/2010 ha portato, almeno sulla carta, più ordine e rigore sul mercato, per converso ha però condannato al collasso economico molti Istituti medi e piccoli – e sono tantissimi, in un settore estremamente parcellizzato come la vigilanza privata.  Adempimenti troppo onerosi per aziende scarsamente dimensionate, che peraltro devono fare i conti con il perdurante stato recessivo del paese e con la concorrenza sleale rifiorita a seguito dell’abolizione delle tabelle prefettizie e rafforzata dai consueti giochi al ribasso dei grandi player. Da qui, l’idea di far confluire le piccole e medie imprese della sicurezza privata in un sistema di rete che le salvaguardi da tutte queste patologie, che ne tuteli i sempre più precari posti di lavoro e che rilanci le PMI sul mercato. Questo il progetto che verrà presentato il prossimo 16 settembre presso la Confesercenti di Milano da Alfredo Passaro e Gaetano Camarca (Assicurezza).

Continua a leggere

La sicurezza da costo ad investimento: operatori e istituzioni a confronto in casa Sirio

bannerMODENA – Quali sono le ultime innovazioni tecnologiche al servizio della sicurezza? Come reagiscono le aziende ad un quadro normativo in continua evoluzione? Come trasformare la sicurezza da costo a investimento? E ancora: in un momento in cui il problema sicurezza è una priorità assoluta, quali sono le possibili sinergie tra pubblico e privato? Per fare il punto sullo stato dell’arte in materia di security management e delineare scenari possibili nell’immediato futuro, Gruppo Sirio ha dato vita per il prossimo 3 Ottobre a Modena ad un evento che, per i temi proposti e l’autorevolezza dei relatori coinvolti, rappresenta una preziosa opportunità di formazione e aggiornamento professionale per i security manager di tutt’Italia.

Continua a leggere

La sicurezza integrata ai tempi della spending review: un convegno Federpol-Consap

consap--federpolROMA – Federpol e Consap. Rispettivamente: Federazione Italiana degli Istituti Privati per le Investigazioni, le Informazioni e la Sicurezza da un lato, e Confederazione Sindacale Autonoma di Polizia dall’altro. Due sigle che raramente hanno viaggiato a braccetto, frenate da reciproche diffidenze che ne hanno sinora ostacolato un percorso comune e sinergico sul fronte operativo e, a maggior ragione, di tutela sindacale.  Ma i rapporti tra investigatori privati e polizia di stato sembrano essere ad un punto di svolta. Lo testimonia il primo – ed unico – caso di organizzazione congiunta Federpol-Consap del convegno “Sicurezza integrata: ricetta possibile in tempi di spending review?”, di scena all’Hotel Quirinale di Roma il 25 Settembre 2014, al quale presenzieranno, fra gli altri, il Vice ministro dell’Interno Filippo Bubbico e il Vice capo della Polizia Alessandro Marangoni.

Continua a leggere

Federsicurezza: sostegno della sicurezza privata alla protesta delle forze dell’ordine

Se Atene piange, Sparta non ride di certo. Se la vigilanza privata e il trasporto valori soffrono per la situazione congiunturale, ma anche per patologie strutturali e purtroppo consolidate, come il diffuso abusivismo e il progressivo ma inesorabile abbattimento delle tariffe a costante discapito della qualità, le forze dell’ordine se la passano anche peggio. Sottopagate, sotto organico, costrette a rammendarsi divise vecchie e a comprare benzina per le auto di servizio, adesso pure a rischio sanitario. La minaccia di sciopero è come minimo comprensibile. “Dispiace molto che le forze dell’ordine scontino sempre più le stesse difficoltà di cui sono vittima sia il personale che le imprese della sicurezza privata“. – dichiara l’avvocato Luigi Gabriele, presidente di Federsicurezza, l’organizzazione di Confcommercio che rappresenta oltre 450 aziende della vigilanza privata che impiegano circa 20.000 guardie giurate, a proposito dello sblocco dei tetti salariali rivendicati dai sindacati di polizia. 

Continua a leggere

Vigilanza Privata: al via la riforma della certificazione degli istituti e dei servizi

DM_04_06_14_n_115_Certificazione-Vigilanza-Privata-1ROMA – Ne parliamo da tempo, ma adesso è ufficiale. E’ infatti scattato l’obbligo per gli istituti di vigilanza privata attivi in Italia di sottoporre i propri impianti, servizi e professionisti alla valutazione da parte di un organismo di certificazione indipendente. Il 3 settembre è infatti entrato in vigore il D.M. n. 115 del 4 giugno 2014, che indica le caratteristiche e i requisiti che devono possedere gli organismi chiamati a valutare la conformità alle norme delle aziende autorizzate a svolgere attività di vigilanza privata.  Gli istituti di vigilanza dovranno, entro i prossimi 12 mesi, sottoporsi ad un audit interno da parte di un organismo accreditato, e produrre poi al Prefetto competente la documentazione che certifichi la conformità dei servizi forniti ai parametri fissati dal decreto ministeriale n. 269/2010 e dalle norme Uni/Iso, relative tra l’altro alla qualità dei servizi di vigilanza, telesorveglianza, custodia e scorta valori e alla competenza dei professionisti di security impiegati.

Continua a leggere