Primapagina

Chi custodisce e trasporta contante o valori rientra tra i destinatari della normativa antiriciclaggio: su queste imprese di sicurezza e vigilanza privata gravano quindi una serie di oneri che non di rado generano criticità, a partire dalla stessa individuazione delle figure responsabili. Esternalizzare queste funzioni quanto meno nelle imprese meno dimensionate, potrebbe essere un’idea.
Ne abbiamo parlato con Giuseppe Gabriele, Institore e security manager per ARGO Srl – IVRI SpA. Continua a leggere

Anche gli Istituti di Vigilanza Privata, coordinati dai responsabili security della RAI, sono stati coinvolti nella sicurezza del teatro Ariston di Sanremo, in sinergia con le Forze dell’Ordine. E nonostante le consuete polemiche e strumentalizzazioni, la 69° edizione del Festival di Sanremo ha portato a casa un bilancio più che positivo per la sicurezza, dimostrando che la collaborazione interforze è una scelta vincente. Continua a leggere

logo-assovalori“Normativa antiriciclaggio e istituti di vigilanza come nuovi gestori del contante”: questo il titolo del seminario, organizzato da Assovalori – con il patrocinio di Anivp, Assiv, Federsicurezza e Legacoop– per approfondire obblighi ed adempimenti dei soggetti disciplinati dall’art. 134 TULPS e dall’Albo dei gestori del contante istituito dalla Banca d’Italia.

Continua a leggere

GDPR e DPO si collocano attualmente nella pole position degli acronimi più spaventosi. Rispettivamente: spauracchio di gran parte delle imprese italiane e una delle figure più controverse disegnate dal nuovo impianto privacy previsto dalla normativa europea. Ma c’è chi ha pensato di farne un business, assicurando un vantaggio organizzativo ed economico a chi deve adeguarsi e rendendo di fatto variabile la componente di costo associata alla conformità. E’ Axitea, vecchia conoscenza della vigilanza e sicurezza privata, ed ha inugurato il Data Protection Officer as a service. Continua a leggere

Negli ultimi due anni è cresciuta del 30%: parliamo della travel security, segmento tangenziale alla sicurezza tradizionale che si occupa di proteggere i lavoratori in trasferta negli spostamenti e di evitare possibili situazioni di rischio. Un mercato il cui valore si lega allo sviluppo della business travel che, secondo Global Business Travel Association, raggiungerà i 1.700 miliardi di dollari entro il 2022. Un mercato specialistico che non tutti gli operatori possono affrontare perchè richiede competenze e tecnologie sofisticate. Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video