Primapagina

L’ha presa in carico direttamente Luigi di Maio la questione delle guardie giurate. L’incontro del 21 maggio scorso tra alcuni rappresentanti dei lavoratori del settore vigilanza privata e una delegazione del Movimento 5 Stelle (Jessica Costanzo, Anna Macina, Francesco Silvestri e Antonella Laricchia), stimolata proprio dal Vicepremier Di Maio, intende porsi come netto segnale di sensibilità rispetto a questo delicato comparto. Sensibilità peraltro già manifestata con la risoluzione del M5S volta a migliorare l’orario di lavoro nel settore
Continua a leggere

A Bologna, il 15 e 16 maggio scorsi, le Associazioni della vigilanza privata e le rappresentanze delle guardie giurate di Filcams-CIGL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL hanno nuovamente parlato di classificazione del personale, salute e sicurezza sul lavoro e cambio d’appalto. Tema nodale di queste due giornate di trattative per il rinnovo del CCNL scaduto nel 2015 è però stato quello della malattia. In materia le rappresentanze delle imprese hanno presentato un testo che dovrà essere valutato dai sindacati dei lavoratori. Continua a leggere

L’inaugurazione della sede romana dell’A.G.R.I. (Associazione Guardie Riunite d’Italia) è stata l’occasione per annunciare gli impegni associtivi del nuovo assetto direttivo, composto oggi da: Pierpaolo Esposito (Presidente); Massimo Raffi (Segretario Nazionale); Alberto Giovanni Cordioli (Vice Presidente), Ernesto Marrale (Responsabile formazione professionale); Sonia Addessa (Consigliera nazionale con delega alla segreteria di direzione);  Marco Clemente (Responsabile legale);  Danilo Accialini (Consigliere nazionale con delega allo sport); Davide Pane (Membro onorario); Sophia Vencia (Collaboratrice esterna); Domenico Rossi e Assunta Latini (Collaboratori gestione eventi). Sono state riconfermate tutte le cariche regionali e territoriali a Fabio Laganà, Lorenzo Tramaglino, Gervasio Rocco, Giancarlo Rucci, Maurizio Frasca e Alessandro Colonghi.
Continua a leggere

Dopo la recente circolare contro l’abusivismo nella vigilanza privata, il nostro Bastian Contrario ci ha mandato un articolo più irreverente e biforcuto che mai. Sembra infatti che le tante “novità” del Dipartimento di Pubblica Sicurezza siano fuffa: tutto è già stato fatto, verificato, sottolineato e puntualizzato (con scarsi risultati invero, ma non sottilizziamo). Aldilà della vis polemica, Bastian Contrario lancia una proposta: oltre all’attività di contrasto delle violazioni (che resta peraltro ancora tutta da vedere), non sarebbe l’ora di disciplinare i servizi fiduciari, soprattutto sotto il profilo salariale? Perchè è chiaro che finché i portierati “continueranno ad essere pagati a cifre vergognose, ci sarà sempre chi li utilizzerà al posto della vigilanza privata”. Che ne pensate? Continua a leggere

Un nuovo piano d’azione per difendere il perimetro dei servizi esclusivi della vigilanza privata dalle indebite incursioni del portierato oppure un contentino al comparto, semplicemente riepilogativo di tutta dottrina e giurisprudenza in materia? La recente circolare anti abusivismo sta dividendo la critica. Ne abbiamo parlato con Anna Maria Domenici, Segretario Generale di UNIV (Unione Nazionale Imprese di Vigilanza Privata, aderente a Federsicurezza- Confcommercio). Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video