Primapagina

PATRIA+SISTEMIDall’Emilia alla Lombardia: il Gruppo La Patria continua nel suo progetto di crescita con l’acquisto dell’istituto di vigilanza CBV Corpo Bustese Vigilnot, operante nelle province di Varese, Milano, Monza Como e Novara. L’acquisizione, che consolida la presenza della società bolognese nel mercato dei servizi di zona ad alto contenuto tecnologico, rientra in un ambizioso piano di sviluppo partito nel 2012, con l’ingresso nel capitale sociale del Gruppo La Patria dei fondi di private equity PM&Partners e Fondo Italiano di Investimento (clicca qui per ulteriori dettagli). Continua a leggere

L’appello è chiaro: è ora di coagulare le otto (sic!) sigle che rappresentano gli Istituti di vigilanza privata in Italia. L’ha dichiarato il Presidente Matteo Balestrero all’assemblea nazionale dell’Assiv, ricordando che la selezione di aziende, cui probabilmente si addiverrà a conclusione del percorso di certificazione del settore, assottiglierà i numeri di un comparto che è sempre stato di nicchia e quindi poco appetibile quale bacino elettorale. Un percorso di avvicinamento dei principali sistemi associativi potrebbe essere funzionale al raggiungimento di quel peso specifico che da sempre si lamenta. Ma un primo sentore di vicinanza si era avvertito già quando Rosario Basile, Presidente dell’attuale più rilevante gruppo d’Italia (la holding BIKS che comprende IVRI, KSM e Sicurtransport), ha scelto di mantenere in equilibrio i pesi associativi sulla bilancia della rappresentanza, conservando l’acquisita IVRI nella casa confindustriale dell’Assiv e il Gruppo Basile in casa Federsicurezza, aderente a Confcommercio. Continua a leggere

6431_SICURITALIANon avrà preso l’IVRI, che pure era nelle sue mire, ma si è aggiudicata per intero la NES. Parliamo di Sicuritalia, colosso italiano della Vigilanza Privata e dei Servizi Fiduciari guidato da Lorenzo Manca, con un portafoglio clienti molto prestigioso ed oltre 6.500 dipendenti all’attivo. Ai quali, secondo le garanzie offerte da Sicuritalia in fase di trattativa d’acquisto, si dovrebbe aggiungere quanto meno la maggioranza dei 300 ex-lavoratori di North East Services s.p.a. e di Vigilanza Compiano s.r.l., finite in amministrazione controllata per note vicende finanziarie della proprietà. Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video