Riforma Tulps

Da un regio decreto del 1931 ai giorni d’oggi. Storia di una riforma che dura da oltre 70 anni.
Sottoponi alla redazione le tue proposte editoriali: vogliamo sentire la tua voce obliqua.
ATTENZIONE: per dar corso alle numerose richieste che ci pervengono dai lettori, ci occorrono le generalità del mittente e l’Istituto/Agenzia di appartenenza. Ovviamente non verranno divulgate (è una norma precauzionale contro perditempo e richieste fasulle): www.vigilanzaprivataonline.com si impegna sempre a garantire l’anonimato di chi fa sentire la propria voce.

Di seguito alcuni aggiornamenti di interesse per la sicurezza e vigilanza privata che spaziano dalla definizione dei servizi di vigilanza ritenuti “attività essenziale” (quindi non passibili di sospensione) per arrivare alle recenti note dell’INPS sulle procedure per ottenere la cassa integrazione in deroga e i congedi per infezione da covid-19. Molto interessante la moratoria straordinaria sui debiti delle micro imprese e PMI fino al 30 settembre 2020. Continua a leggere

euroPrime misure di sostegno economiche in esecuzione del Decreto Cura Italia: alle imprese associate a Confcommercio (incluse le associate Ascom del settore sicurezza e vigilanza privata) è riservato un plafond di 2 miliardi di euro per la gestione dei pagamenti urgenti e nelle esigenze immediate di liquidità. Continua a leggere

In un mondo che cambia a cadenze di 24 ore, con chiusure delle attività imposte o consigliate e un futuro che più incerto non si può, le imprese della sicurezza e vigilanza privata – ritenute legittimamente attività essenziali – ripensano al loro ruolo e al loro mercato, inventando nuovi servizi e mettendo in campo soluzioni adatte alle necessità dell’oggi, anche solidali. GGS Vigilanza ad esempio consegna gratis farmaci di prima necessità in orario notturno. Ne abbiamo parlato con Fernando Italiano, Responsabile Commerciale GGS Vigilanza, La Velialpol.

Continua a leggere

In questi tempi emergenziali, che hanno sradicato nell’arco di un tempo brevissimo abitudini e certezze consolidate, anche le notizie si susseguono freneticamente. Corpi intermedi, parti sociali, consulenti e organi di stampa stanno lavorando alacremente per analizzare, scorporare e trasformare in suggerimenti operativi le molteplici determinazioni messe in circuito per contrastare il Covid-19. Anche noi facciamo la nostra parte, in piena vicinanza ai lavoratori e alle imprese del comparto sicurezza e vigilanza privata. A tal fine, abbiamo selezionato alcuni documenti di cui suggeriamo un’attenta lettura. Di seguito, ne schematizziamo i temi più rilevanti. Continua a leggere

Le Parti Sociali hanno concordato che in tutti i fondi di assistenza sanitaria integrativa dei settori terziario, turismo e servizi (FASIV Fondo di assistenza sanitaria integrativa per i dipendenti da aziende del settore vigilanza privata – per il comparto della sicurezza e vigilanza privata) venga inserita, nei piani sanitari, una copertura per Covid-19 per i sinistri dal 1° gennaio al 30 giugno 2020. Ai lavoratori che devono essere ricoverati o in isolamento domiciliare, a seguito di positività al virus, è assicurata una diaria giornaliera. Le Parti Sociali hanno concordato, per i primi di giugno, di confrontarsi per valutare la situazione e decidere l’eventuale continuazione o valutare altre iniziative. Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video