Riforma Tulps

Da un regio decreto del 1931 ai giorni d’oggi. Storia di una riforma che dura da oltre 70 anni.
Sottoponi alla redazione le tue proposte editoriali: vogliamo sentire la tua voce obliqua.
ATTENZIONE: per dar corso alle numerose richieste che ci pervengono dai lettori, ci occorrono le generalità del mittente e l’Istituto/Agenzia di appartenenza. Ovviamente non verranno divulgate (è una norma precauzionale contro perditempo e richieste fasulle): www.vigilanzaprivataonline.com si impegna sempre a garantire l’anonimato di chi fa sentire la propria voce.

gorgo-dollariIn attuazione della IV Direttiva comunitaria sulla prevenzione del riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo, il Governo ha riformato la normativa italiana di riferimento, con conseguenze anche sul settore del trasporto e della contazione di valori. La riforma impone infatti obblighi di adeguata verifica della clientela, segnalazione delle operazioni sospette e individuazione degli indici di anomalia per tutti gli operatori che compiono operazioni su valori per conto di terzi per somme superiori a € 15.000. Continua a leggere

“Le nuove frontiere della Sicurezza Partecipata”. Questo il tema del convegno dello scorso 30 novembre promosso da ASSIV presso la sede istituzionale del Senato della Repubblica a Roma. Un convegno per richiamare l’attenzione di un’Istituzione e di una politica che ancora mostrano scarsissima considerazione per il comparto sicurezza privata (salvo poi spremerlo, alla bisogna, come bancomat fiscale). Il Convegno, che ha visto la partecipazione di rappresentanti e deputati di diverse aree politiche, voleva gettare un primo sasso nello stagno, nella speranza che i cerchi possano piano piano allargarsi fino a raggiungere i vertici istituzionali. Continua a leggere

Chi se l’aspettava? Dopo il forfait in zona Cesarini al Convegno di FederSicurezza di Novembre scorso, nessuno più pensava che il Ministro dell’Interno Marco Minniti potesse farsi vivo.
logo-ministero-InternoE invece arriva una lettera di rassicurazione: il Ministero riserva grande attenzione al versante privato della sicurezza, soprattutto nell’attuale contesto storico ed economico che ha vissuto efficaci testimonianze di modelli sinergici e di collaborazione pubblico/privato. “Le novità che stanno investendo il comparto, tanto dal punto di vista normativo quanto dal punto di vista tecnologico, denotano un cambiamento complesso al fronte del quale sussiste la rinnovata esigenza di un confronto costruttivo”. Ci si attende dunque un 2018 di recupero di quel patrimonio di relazioni messo in campo negli anni tra vigilanza privata e Istituzione tutoria.
Continua a leggere

L’ANAC è ormai l’organo di riferimento in materia di gare d’appalto e assegnazione servizi nel nostro settore. Lo schema di linee guida emanate dall’ANAC per l’affidamento dei servizi di vigilanza privata richiede tuttavia un aggiornamento, a seguito del mutato contesto normativo di riferimento. La riforma del codice per gli contratti pubblici (ed in particolare il tema della suddivisione in lotti, la scelta dei criteri e il subappalto), impongono una revisione, che deve essere sottoposta al processo di consultazione pubblica. Nel parere del Consiglio di Stato, interpellato in materia dall’ANAC, si suggerisce anche di interpretare la clausola sociale in modo da non limitare la libertà di iniziativa economica e, comunque, evitando di attribuirle un effetto automaticamente e rigidamente escludente. Continua a leggere

L’industria della sicurezza privata ha dovuto fronteggiare una crescente richiesta di servizi di sicurezza nei campi profughi (spesso malamente messi in opera) di alcuni paesi unionisti. Le condizioni per la fornitura di tali servizi dovrebbero però essere dettagliatamente indicate dalle autorità competenti affinché vengano garantiti qualità dei servizi e tutela dei lavoratori. Questo il pensiero congiunto di CoESS e UNI Europa, che in parte riprende e fa sue le linee guida del BDSW (Bundesverband der Sicherheitswirtschaft, Federazione tedesca delle imprese di sicurezza). Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video Video Aiss