Riforma Tulps

Da un regio decreto del 1931 ai giorni d’oggi. Storia di una riforma che dura da oltre 70 anni.
Sottoponi alla redazione le tue proposte editoriali: vogliamo sentire la tua voce obliqua.
ATTENZIONE: per dar corso alle numerose richieste che ci pervengono dai lettori, ci occorrono le generalità del mittente e l’Istituto/Agenzia di appartenenza. Ovviamente non verranno divulgate (è una norma precauzionale contro perditempo e richieste fasulle): www.vigilanzaprivataonline.com si impegna sempre a garantire l’anonimato di chi fa sentire la propria voce.

Il Capo della Polizia ha rilasciato una circolare, pubblicata il 24 Aprile 2019 e dedicata allo spinoso tema dell’indebita commistione tra servizi di portierato e servizi di vigilanza privata. La circolare, intitolata “Servizi di Vigilanza e custodia del patrimonio altrui riservati agli Istituti di Vigilanza Privata e servizi di portierato. Contrasto dei fenomeni di abusivo esercizio delle attività di Vigilanza Privata”, affronta un tema molto contestato, soprattutto in tema di appalti per servizi di global service, dove il confine tra attività esclusive della vigilanza e portierati si fa ancor più labile. Complice anche una discreta confusione normativa. Continua a leggere

Molto interessante l’articolo 1 del DDL a firma Lollobrigida, Deidda e Ferro intitolato “Disposizioni in materia di impiego delle guardie giurate all’estero”, presentato alla Camera ad Ottobre 2018 ed ora assegnato alla commissione Affari costituzionali: “I servizi di vigilanza privata (omissis) possono essere svolti con l’impiego di guardie giurate destinate alla protezione delle merci e dei valori delle imprese pubbliche e private operanti in territorio estero ogni qualvolta ne sia ravvisata la necessità in relazione ai livelli di rischio dell’area in cui tali imprese operano”.

Continua a leggere

Grande partecipazione alla presentazione del Report Federsicurezza il 9 Aprile scorso a Napoli. L’analisi, realizzata da Format Research, tratteggia uno scenario in chiaroscuro dove poche aziende dimensionate detengono gran parte delle quote di mercato della sicurezza privata, ma faticano a marginalizzare per gli elevati costi di esercizio, dominati da un costo uomo per sua natura incomprimibile. Diversa la situazione nel Sud, dove il mercato è governato da molte piccole realtà, che marginalizzano però con ancor più difficoltà rispetto alle colleghe del Nord e del Centro. Continua a leggere

logo-garante-privacyUn Istituto di Vigilanza Privata  che gestisce un impianto di videosorveglianza di un cliente è titolare o responsabile del trattamento? Negli ultimi anni sono stati sottoposti al Garante diversi casi in merito alla corretta configurabilità delle figure privacy (titolare e responsabile). Di seguito il contributo dell’Avv. Marco Soffientini (Docente UnitelmaSapienza; esperto di Privacy e Diritto delle Nuove Tecnologie; Privacy Officer certified in accordo a ISO/IEC 17024:2003; Coord. Naz. Comitato Scientifico Federprivacy; membro dell’Istituto Italiano per la Privacy; membro Comitato di Delibera TUV Italia per lo schema CDP) e della Dr.ssa Silvia Mencaroni (collaboratrice dello Studio Legale Rosadi-Soffientini Associati) Continua a leggere

Altissimo l’interesse per l’edizione 2019 del Rapporto FederSicurezza, che tratteggia l’andamento del mercato della sicurezza privata in Italia. Alla presentazione in anteprima, di scena il 9 Aprile 2019 a Napoli, hanno infatti confermato personalità del calibro di Nicola Molteni, Sottosegretario al Ministero dell’Interno; Antonio De Iesu, Questore di Napoli; Francesco Emilio Borrelli, Consigliere Regione Campania (Verdi); Vincenzo Viglione, Consigliere Regione Campania e Segretario Comissione Anticamorra (M5S); Gianluca Cantalamessa, Capogruppo Lega Commissione Antimafia e Segretario Regionale Campania e Umberto De Gregorio, Presidente CdA Ente Autonomo Volturno. Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video