Riforma Tulps

Da un regio decreto del 1931 ai giorni d’oggi. Storia di una riforma che dura da oltre 70 anni.
Sottoponi alla redazione le tue proposte editoriali: vogliamo sentire la tua voce obliqua.
ATTENZIONE: per dar corso alle numerose richieste che ci pervengono dai lettori, ci occorrono le generalità del mittente e l’Istituto/Agenzia di appartenenza. Ovviamente non verranno divulgate (è una norma precauzionale contro perditempo e richieste fasulle): www.vigilanzaprivataonline.com si impegna sempre a garantire l’anonimato di chi fa sentire la propria voce.

Le Parti Sociali hanno concordato che in tutti i fondi di assistenza sanitaria integrativa dei settori terziario, turismo e servizi (FASIV Fondo di assistenza sanitaria integrativa per i dipendenti da aziende del settore vigilanza privata – per il comparto della sicurezza e vigilanza privata) venga inserita, nei piani sanitari, una copertura per Covid-19 per i sinistri dal 1° gennaio al 30 giugno 2020. Ai lavoratori che devono essere ricoverati o in isolamento domiciliare, a seguito di positività al virus, è assicurata una diaria giornaliera. Le Parti Sociali hanno concordato, per i primi di giugno, di confrontarsi per valutare la situazione e decidere l’eventuale continuazione o valutare altre iniziative. Continua a leggere

Il DPCM 23 marzo 2020, in vigore dal 23 marzo al 3 aprile prossimi, detta nuove restrizioni contro l’emergenza Covid 19 e sospende tutte le attività produttive industriali e commerciali non ritenute essenziali per il paese. Tali attività avranno due giorni di tempo per sospendere o riconvertire, ove possibile, l’attività in smartworking. Le attività ritenute essenziali per il paese proseguiranno: tra queste si annoverano i servizi di vigilanza privata e i servizi ad essi connessi, oltre alle attività funzionali ad assicurare la continuità delle filiere delle attività ritenute essenziali. Quando questa emergenza cesserà, sarà utile ricordare al Governo che le guardie giurate svolgono funzioni essenziali per questo paese. Continua a leggere

L’INPS ha fornito le prime indicazioni operative relative alle misure del Decreto Cura Italia a sostegno di lavoratori e famiglie. Nel consigliare la lettura integrale del documento, che specifica limiti e modalità di richiesta per le guardie giurate e le loro famiglie, ecco una sintetica carrellata delle misure fruibili dagli operatori del comparto della vigilanza privata. Continua a leggere

Tra le misure del Decreto Cura Italia di maggiore interesse per il comparto sicurezza e vigilanza privata, si evidenzia – nell’auspicio che le imprese non ne debbano fare uso – la possibilità di accesso alla cassa integrazione in deroga. In attesa che l’INPS metta a disposizione degli interessati, nel più breve tempo possibile, le procedure telematiche per inviare le domande di accesso ai trattamenti,  sono state fornite le prime indicazioni operative. Nel consigliare la lettura integrale della nota INPS, ne stralciamo di seguito la parte di maggior interesse per il comparto. Continua a leggere

agenzia-entrateIn seguito al decreto “Cura Italia“, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato un vademecum illustrativo relativo alle principali misure di sostegno previste in area tributaria, di interesse per la cittadinanza e le imprese tutte, vigilanza privata ovviamente inclusa. Il vademecum offre diversi specchietti interpretativi e operativi, comprensivi degli eventuali limiti rispetto alle categorie di beneficiari. Nel raccomandarne la lettura integrale, segnaliamo gli aspetti più rilevanti per le imprese. Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video