Riforma Tulps

Da un regio decreto del 1931 ai giorni d’oggi. Storia di una riforma che dura da oltre 70 anni.
Sottoponi alla redazione le tue proposte editoriali: vogliamo sentire la tua voce obliqua.
ATTENZIONE: per dar corso alle numerose richieste che ci pervengono dai lettori, ci occorrono le generalità del mittente e l’Istituto/Agenzia di appartenenza. Ovviamente non verranno divulgate (è una norma precauzionale contro perditempo e richieste fasulle): www.vigilanzaprivataonline.com si impegna sempre a garantire l’anonimato di chi fa sentire la propria voce.

vigilanza-privata-istituti-chiusi

ROMA – Chi contava in una proroga, un rinvio, o almeno uno sconticino all’italiana, stavolta si è sbagliato di grosso. Il DM 269/2010 (peraltro già in vigore per molti aspetti) non sarà prorogato, quindi il 16 settembre 2012 scadrà definitivamente il termine per l’adeguamento degli Istituti di Vigilanza Privata alle nuove prescrizioni di capacità tecnica.
Un rigore inusitato nell’ordinamento delle milleproroghe e che potrebbe fare molto male ad un settore già in crisi. Sono infatti quasi 200 gli Istituti a rischio chiusura, per un totale di tremila guardie giurate che potrebbero finire a spasso da un giorno all’altro. Continua a leggere

anivp-congresso

ROMA – Crisi economica, ritardi nei pagamenti, blocco del credito, strapotere delle committenze e una riforma in atto che chiede ulteriori “lacrime e sangue” alle imprese della vigilanza privata. Questi i temi dell’assemblea annuale ANIVP (Associazione nazionale di categoria della vigilanza privata): dai problemi tipici del comparto (costi dell’adeguamento e difficoltà applicative del DM capacità tecnica) ai problemi comuni a tutte le imprese, con un particolare focus sul ritardo nei pagamenti della PA e sulla stretta creditizia.  Continua a leggere

istituti-vigilanza-nel-mirino

ROMA – Giro di vite sul DM capacità tecnica.
Il ministero dell’Interno, tramite i suoi bracci periferici (Prefetture e Questure), sta avviando un monitoraggio degli istituti di vigilanza e delle agenzie di investigazione privata per verificare che i soggetti dotati di licenza ex art. 134 del TULPS possiedano i requisiti professionali e qualitativi richiesti dal DM 269/2010. Un’azione di controllo salutata positivamente dalle associazioni di categoria, che finora lamentavano una doppia velocità applicativa per questo DM. Continua a leggere

dotazioni-tecnologiche-obbligatorie-vigilanza-privata-2012_

Intervista a Daniele Fasolo, Presidente di AMA SpA (clicca qui per la sintesi audiovideo)

Cosa prevede il DM capacità tecnica in termini di dotazioni tecnologiche?

Prima del DM 269/2010 le prescrizioni tecnologiche erano molto limitate, spesso diverse provincia per provincia in ragione dei limiti operativi imposti agli Istituti di Vigilanza, ma anche dei diversi regolamenti questurili attivi nelle varie province. Di conseguenza si sono diffuse delle tecnologie adatte ad uno scenario operativo essenzialmente locale (es. si è molto diffuso il vettore radio, che ha una portata locale).  Con il DM 269 vengono invece date indicazioni molto precise sulla capacità tecnica richiesta agli IVP. Vengono indicate le dotazioni tecnologiche obbligatorie, ad esempio nel trasporto valori dev’essere  possibile attivare casseforti e aprire i vani valori da remoto anche per importi molti bassi, come pure è resa obbligatoria la radiolocalizzazione delle pattuglie. Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video