Riforma Tulps

Da un regio decreto del 1931 ai giorni d’oggi. Storia di una riforma che dura da oltre 70 anni.
Sottoponi alla redazione le tue proposte editoriali: vogliamo sentire la tua voce obliqua.
ATTENZIONE: per dar corso alle numerose richieste che ci pervengono dai lettori, ci occorrono le generalità del mittente e l’Istituto/Agenzia di appartenenza. Ovviamente non verranno divulgate (è una norma precauzionale contro perditempo e richieste fasulle): www.vigilanzaprivataonline.com si impegna sempre a garantire l’anonimato di chi fa sentire la propria voce.

cappello-gpgDa oggi 1° febbraio 2019 è attiva la banca dati nazionale degli operatori della sicurezza privata (DBNOS), alimentata dai registri delle guardie giurate tenuti nelle singole Prefetture. Da una parte costituirà una base di informazioni strutturate che consentono al Prefetto ed al Questore di disporre di un quadro costantemente aggiornato sull’evoluzione della vigilanza privata nel territorio di competenza, dall’altra semplifica ed accelera gli adempimenti amministrativi riguardanti il personale giurato, a cominciare dal rilascio e dal rinnovo dei decreti di approvazione della nomina a guardia giurata. Continua a leggere

Il sottosegretario all’interno On. Nicola Molteni ha incontrato i delegati delle Associazioni di categoria più rappresentative delle imprese della vigilanza privata. La riunione è stata l’occasione per un proficuo confronto sulle questioni che riguardano il settore, considerato dal Dicastero un importante complemento del sistema nazionale di tutela della pubblica sicurezza. Il sottosegretario Molteni ha assicurato che, entro la fine di febbraio, sarà sottoposto all’attenzione della Commissione centrale sulle vigilanza privata lo schema del decreto ministeriale sui requisiti di formazione professionale delle guardie giurate. Mercoledì 30 gennaio, poi, il sottosegretario incontrerà le organizzazioni sindacali del settore. Continua a leggere

logo-federsicurezzaI recenti episodi di cronaca che hanno esposto il settore ai riflettori mediatici, assieme ad una forte pressione di Federsicurezza, hanno portato all’atteso incontro del 23 Gennaio tra Associazioni della vigilanza privata e Sottosegretario all’Interno On. Nicola Molteni. I temi sul piatto erano tanti: si è parlato di storture del mercato, di un’applicazione “a macchia di leopardo” delle norme di settore, con ovvie ricadute in termini di concorrenza sleale e di impatto sui lavoratori, di possibili nuove aree di operatività e di intervento della vigilanza privata, della necessità di istituire un’interlocuzione costante, di problematiche al tavolo del rinnovo del CCNL. Continua a leggere

Dalle parole ai fatti”: soddisfazione di Anna Maria Domenici, Segretario Generale di UNIV – Unione Nazionale Imprese di Vigilanza, per la disponibilità e il pragmatismo dimostrati dal Sottosegretario Nicola Molteni verso le problematiche sollevate dalle rappresentanze del comparto sicurezza e vigilanza privata. Il 23 gennaio scorso il Sottosegretario di stato all’Interno On. Nicola Molteni ha infatti ricevuto le delegazioni delle Associazioni datoriali più rappresentative della vigilanza privata, affiancato dal Prefetto Stefano Gambacurta, dal Viceprefetto Bruno Strati e dalla Dottoressa Monica Cerreto.

Continua a leggere

Logo-assicurezzaFinalmente qualcosa si muove. L’impegno a convocare la Commissione Centrale sulla vigilanza privata per esaminare lo schema del decreto ministeriale sui requisiti di formazione professionale delle guardie giurate è un passo avanti atteso da tempo dalle imprese”. Così Domenico Palma, Presidente di Assicurezza Confesercenti, commenta l’incontro del 23 Gennaio con il Sottosegretario al Ministero degli Interni Nicola Molteni, che ha ricevuto le associazioni più rappresentative della vigilanza privata per discutere problemi e prospettive del settore. Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video