AGCM

Alcune importanti aziende di vigilanza privata si sono trovate la Guardie di Finanza in casa per effetto di un‘istruttoria dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, attivata su stimolo di denunce di varie soggetti, tra i quali figurano anche blasonate Associazioni di categoria. Possibile che sia andata proprio così? Ci ha chiamati Claudio Moro, Presidente di ANIVP (Associazione Nazionale Italiana di Vigilanza Privata), che, assieme ad ASSIV, risulterebbe aver segnalato le imprese all’AGCM.

Continua a leggere

AGCMNon è la prima volta che ne parliamo, ma stavolta l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha condannato come vessatoria, ossia svantaggiosa per i consumatori, la clausola contrattuale di un Istituto di Vigilanza Privata che recitava: “Il presente accordo ha durata minima di anni tre. Nel caso in cui non venga inviata la disdetta dal cliente, da pervenire all’istituto di vigilanza almeno tre mesi prima della scadenza con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, l’accordo si rinnoverà per altri tre anni e così di seguito in mancanza di tempestiva disdetta”. Insomma, il rinnovo automatico nella vigilanza privata non va bene. Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video Video Aiss