aiss

Un nuovo protocollo di intesa per codificare le regole per vendere un divertimento più sano, con discoteche più sicure e meno alcol a disposizione di giovani e soprattutto giovanissimi. Sono gli imperativi dell’accordo siglato lo scorso 12 Luglio al Viminale dall’ex ministro dell’Interno e dai rappresentanti delle associazioni dei locali da ballo e di pubblico intrattenimento. Si tratta di un protocollo di indirizzo, quindi privo di cogenza, ma impegna le parti ad ottemperare ad una serie di misure volte ad accrescere la sicurezza nei locali, a garantire una formazione idonea del personale ed a prevenire l’abuso di alcol. Al netto di ogni considerazione sull’avvicendamento di Governo, abbiamo chiesto un commento a chi si occupa in prima persona della sicurezza nei locali. Ecco la nostra intervista a Franco Cecconi, Presidente AISS (Associazione Italiana Sicurezza Sussidiaria). Continua a leggere

Divertimento sicuro: questo il tema dell’incontro tra il ministro dell’Interno Matteo Salvini e i rappresentanti delle maggiori associazioni del settore dei locali di divertimento. Si è discussa una bozza di protocollo per elevare la sicurezza nelle sale da ballo e nelle iniziative di pubblico intrattenimento. Il protocollo, a breve alla firma del Ministro, impone ai gestori dei locali un maggiore sforzo in termini di prevenzione e controllo, coinvolgendo anche la SIAE e i Comuni. “In cambio”, il ministero garantisce più interventi per prevenire il diffuso fenomeno dell’abusivismo, oltre a minore burocrazia. Continua a leggere

E’ già polemica sulla nuova prassi di riferimento UNI/PdR 54 “sicurezza privata – Mappatura delle attività degli operatori della vigilanza (sicurezza complementare sussidiaria), sicurezza ausiliaria, servizi controllo stewarding e investigazione”, sviluppata su iniziativa dell’Associazione Italiana Sicurezza Sussidiaria (AISS). Secondo le Associazioni della Vigilanza Privata (ANIVP, ASSIV, Assovalori, Federsicurezza, Legacoop), mancherebbe nell’associazione proponente la rappresentatività necessaria per proporre e dunque per sviluppare una prassi. Continua a leggere

E’ stata pubblicata la prassi di riferimento UNI/PdR 54 Sicurezza privata – Mappatura delle attività degli operatori della vigilanza (sicurezza complementare/sussidiaria), sicurezza ausiliaria, servizi di controllo/stewarding e investigazioni ”. Per “sicurezza complementare/sussidiaria” si intendono tutti quei servizi di sicurezza che devono essere necessariamente svolti da guardie particolari giurate: la sicurezza negli aeroporti, nei porti, e nelle stazioni ferroviarie e metropolitane, la custodia e il trasporto di valori, la vigilanza privata armata mobile, la vigilanza presso infrastrutture del settore energetico o delle telecomunicazioni e presso ogni struttura che possa essere obiettivo sensibile ai fini della sicurezza, dell’incolumità pubblica o della tutela ambientale. Continua a leggere

Pochi giorni dopo la tragedia del concerto di Sfera a Corinaldo, la Prefettura di Milano ha coinvolto AISS e Federpol in un incontro avente ad oggetto il protocollo d’intesa per l’attuazione degli accordi tra il Ministero dell’Interno ed i rappresentanti delle organizzazioni dei gestori di discoteche e dei servizi di controllo delle attività di intrattenimento e spettacolo – problematiche connesse alla sicurezza nei locali. Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video