ccnl

logo-Filcams-cgilRiceviamo e pubblichiamo la dichiarazione di Filcams CIGL, nelle parole del segretario generale Franco Martini

ROMA – “L’accordo siglato nella serata di martedì 22 gennaio con Assiv, per il rinnovo del Contratto nazionale delle guardie giurate, conclude una lunga e sofferta vicenda durata più di quattro anni”- è quanto dichiara la Filcams Cgil Nazionale.
“Il contesto di pesante crisi in cui versa il settore ha indubbiamente condizionato l’esito del negoziato, in particolare per quanto riguarda le parti economiche. Tuttavia, l’intesa salvaguarda integralmente il contratto nazionale e i diritti dei lavoratori, a fronte del rischio concreto di una sua fine, dovuta alle gravi divisioni intervenute in seno alla rappresentanza datoriale. Inoltre, mentre è in atto il tentativo di ridimensionare diritti e condizioni in tutti i settori degli appalti, l’accordo inserisce l’importantissima norma sul cambio di appalti, in precedenza assente, evitando forti penalizzazioni ai lavoratori del settore, un punto che indubbiamente vale da solo l’intero contratto.” Continua a leggere

piu-servizi-logo

Riceviamo e pubblichiamo la dichiarazione dell’Associazione Più Servizi (firmataria di parte datoriale del CCNL per servizi integrati, ausiliari e fiduciari), nelle parole del Presidente Francesco Paolo Pignatelli

L’Associazione Più Servizi si complimenta con tutti i firmatari dell'”ipotesi di accordo” sul rinnovo del “contratto per le guardie giurate”, scaduto oramai da 4 anni, non per i contenuti (non possiamo dare giudizi perchè fanno parte di una categoria di lavoratori diversa dalla nostra), ma per la velocità di redigere il testo che riguarda il settore che ci appartiene, inserendo un Addendum. Vista la velocità di decisione e firma, li proporremo per inserirli sul libro dei Guinness dei primati 2013. Continua a leggere

accordo-assivRiceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Vicepresidente Vicario di ANISI (Associazione Nazionale Imprese Servizi Integrati), Massimiliano Magon

In qualità di associazione che rappresenta esclusivamente società operanti nel settore servizi fiduciari, non possiamo che prendere atto della sottoscrizione dell’ipotesi di accordo di un contratto per la vigilanza privata che inserisce, nel proprio contesto normativo, anche la figura dell’operatore fiduciario. Sottoscrizione avvenuta a pochi giorni di distanza dalla stipula, da parte nostra, di un CCNL strutturato e specifico per la categoria di operatori di servizi ausiliari fiduciari e integrati. Continua a leggere

logo_fisascatIntervista a Vincenzo Dell’Orefice, Segretario Nazionale Fisascat – CISL

Segretario Dell’Orefice, sono aumenti un po’ scarni dopo quattro anni di trattative…

Ma sono trascorsi quattro anni dalla scadenza proprio perché gli istituti hanno crisi di liquidità o comunque difficoltà di carattere economico, finanziario e, in certi casi, anche di ordine patrimoniale. Se il settore fosse stato in salute, avremmo fatto, e in tempi certamente più rapidi, un contratto diverso, naturalmente. I trattamenti economici non sono variabili indipendenti dal contesto. Il contesto oggettivamente influisce sulle mediazioni; chi si limita a dire “i soldi sono pochi” o vive in una bolla, o finge di non comprendere che il settore è davvero in crisi. Continua a leggere

Riceviamo e pubblichiamo la dichiarazione di Matteo Balestrero, Presidente ASSIV

ROMA – Matteo Balestrero, presidente dell’ASSIV, l’associazione delle imprese di vigilanza privata aderente a Confindustria, ha espresso soddisfazione per la firma del nuovo contratto nazionale di lavoro: “La firma del nuovo contratto del comparto della vigilanza, – ha dichiarato Matteo Balestrero – è la dimostrazione del forte senso di responsabilità della parti sociali che hanno inteso dare certezze ai lavoratori e alle imprese. Tale aspetto assume ancora maggior valore in considerazione della forte compressione dei margini di redditività che le aziende subiscono ormai da anni. Un contratto che servirà da ‘puntello’ per il settore con l’augurio di uscire quanto prima da una situazione di grave crisi quale quella attuale”. Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video Video Aiss