ccnl

Vi ricordate le linee guida dell‘ANAC (Autorità nazionale anticorruzione) del 2015 sull’affidamento dei servizi di vigilanza privata? Sono state aggiornate dalla nuova delibera pubblicata il 5 giugno scorso. Di mezzo ci sono state un’inchiesta di consultazione pubblica e un parere del Consiglio di Stato, che avevamo già commentato. Poichè la nuova delibera annulla e sostituisce la precedente, ne sintetizziamo di seguito le principali novità.

Continua a leggere

Dopo lo sciopero del 4 maggio scorso, sono riprese ad oltre un mese di distanza le trattative per il rinnovo del CCNL della vigilanza privata e dei servizi fiduciari. Con un tema particolarmente attuale, perchè propedeutico alla progettazione di una nuova e più evoluta architettura contrattuale: il mercato del lavoro. Proprio su questo versante, infatti, l’attuale CCNL sconta una profonda vetustà da superare con il rinnovo, pena la probabile uscita dal mercato di non poche aziende.

Continua a leggere

Imponente la mobilitazione delle guardie giurate  (operatori di vigilanza privata ma anche servizi fiduciari) indetta da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs UIL lo scorso 4 maggio per rivendicare condizioni normative e salariali più dignitose e la rapida definizione di un nuovo CCNL, il cui rinnovo è fermo ormai da oltre due anni. Massiccia l’adesione, con una media nazionale del 70% e punte del 90% a Milano, Como, Varese, Torino, Bologna, Roma, Bari, Napoli e Palermo. A Roma si sono concentrati 5mila lavoratori in Piazza Santissimi Apostoli per abbattere la cortina di silenzio che da sempre circonda questa categoria e le sue istanze.

Continua a leggere

sciopero guardie giurateLe trattative per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro della vigilanza privata, scaduto nel 2015, sembrano in fase di stallo. «Lo sciopero generale – si legge in un comunicato sindacale unitario – è l’unico ed estremo atto di contrasto alle posizioni delle associazioni datoriali volte a ridurre drasticamente diritti e garanzie attualmente previsti dal contratto nazionale di lavoro». Queste le motivazioni dello sciopero generale indetto da Filcams -CGIL, Fisascat – CISL e Uiltucs – UIL per venerdì 4 maggio 2018. Una mobilitazione attivata per l’intero turno lavorativo dalle ore 00.00 alle ore 24.00 e concentrata, per i lavoratori operanti negli aeroporti, nella data dell’8 maggio 2018 con astensione dal lavoro per il personale turnista dalle 13:00 alle 17:00.
Continua a leggere

ccnl-rottoSofferenza e profondo disagio dei lavoratori e dei loro nuclei familiari: è passato troppo tempo dalla scadenza del CCNL per Dipendenti da Istituti e Imprese della Vigilanza Privata e dei Servizi Fiduciari e ancora non si è visto nessun incremento salariale, a dispetto degli Accordi Interconfederali firmati dalle parti sedute al tavolo negoziale. Queste le motivazioni dello sciopero generale indetto dalle Organizzazioni Sindacali Filcams -CGIL, Fisascat – CISL e Uiltucs – UIL per venerdì 4 maggio 2018.

Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video Video Aiss