federsicurezza

federsicurezza-milano“Non siamo ancora fuori dal guado, ma alcuni segnali – ancorché piccoli – ci fanno ben sperare per il 2016”. Lo ha dichiarato Renato Borghi, Vice Presidente di Confcommercio, al convegno di FederSicurezza dello scorso 26 Novembre a Milano. Tali segnali potrebbero essere anche più forti, ha continuato Borghi, se la politica fosse maggiormente sensibile ad interrompere quel cortocircuito tra debito pubblico e imposizione fiscale che sta ancora frenando la ripresa. Borghi si è soffermato in proposito sul titolo del convegno “Riscrivere assieme le regole per rilanciare la competitività della vigilanza privata”, ed in particolare sull’avverbio assieme, “che può significare molto in una grande casa confederale come quella di Confcommercio. Più siamo e più ci facciamo ascoltare. Noi di Confcommercio abbiamo già messo a bilancio una riserva per le Federazioni che vogliono crescere”. Continua a leggere

invito-milano-new-1Ci saranno anche il Vice Prefetto Vicario di Milano Dr. Giuseppe Priolo e il Presidente di Confcommercio Carlo Sangalli al nuovo incontro sulla vigilanza privata promosso da Federsicurezza. Ma perchè chiedere un ulteriore momento di incontro tra i decisori del comparto a così breve distanza dall’ultimo convegno in Fiera? Perchè battere sulla riforma degli appalti pubblici di servizi e sul rinnovo del CCNL? Perchè insistere sull’urgenza di riscrivere assieme le regole del gioco? In primo luogo, perchè l’appello a trovare una forma di condivisione non è rimasto inascoltato nè dalle associazioni di categoria, nè dai sindacati. Quindi è ora di portarlo avanti con determinazione. E forse anche perchè le ultime rilevazioni ci parlano di un comparto che vive di vigilanza armata, ma che con quest’ultima non produce reddito. Continua a leggere

Federsicurezza-03.11Sono venuti tutti lo scorso 3 Novembre in fiera a parlare di contratto collettivo di lavoro. Dalle rappresentanze sindacali, tanto confederali quanto  autonome, alle rappresentanze datoriali della vigilanza privata, come pure della sicurezza disarmata e delle investigazioni private. Tutti hanno accolto l’appello di Federsicurezza a ritrovare una forma di composizione e dialogo in un momento tanto complicato per il paese. Anche l’autorità, dal ministero dell’Interno fino a Prefettura e Questura di Milano, hanno partecipato alla giornata, dimostrando sensibilità e attenzione alla tematica. Ma perchè tanto interesse per il tema lanciato da Federsicurezza, cioè “Un nuovo CCNL e nuove regole per rilanciare la competitività della vigilanza privata”?

Continua a leggere

Pierluigi Ascani…E se l’Istituto di Vigilanza Privata potesse disporre di maggiore flessibilità – normata – sull’organizzazione del lavoro? E se i primi tre giorni di malattia non gravassero tutti sull’azienda? E se si potessero riorganizzare alcune variabili afferenti il costo del lavoro (carenza di malattia, flessibilità, formazione, investimenti) in chiave di maggiore competitività? Quali riflessi ne deriverebbero le imprese, in termini di risparmi e liberazione di risorse? In una parola: in termini di competitività? Format Research sta realizzando un’indagine sulla vigilanza privata che analizza la struttura dei costi a carico delle imprese ed ipotizza gli scenari che si potrebbero aprire grazie a nuove formule di flessibilità contrattuale. Una ricerca che interpella l’intero comparto perchè riguarda l’intero comparto, rendendolo protagonista delle  decisioni che influiscono sul quotidiano operativo. Per saperne di più, abbiamo intervistato Pierluigi Ascani, Presidente di Format Research. Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video