fisascat cisl

controllo-aereoportoI sindacati FilcamsCGIL, Fisascat CISL e Uiltucs UIL hanno rettificato le modalità di proclamazione dello sciopero del settore vigilanza privata e sicurezza, posticipandolo, solo ed esclusivamente per quanto riguarda gli addetti ai servizi aeroportuali, al 25 Marzo su tutto il territorio nazionale e per l’intera durata del servizio (ore 0,00-24,00). Lo sciopero indetto per i giorni 1 e 2 Febbraio resta quindi confermato per tutte le altre categorie di lavoratori del settore, unitamente alle manifestazioni già indette (a Milano il giorno 1 e a Napoli il giorno 2). Continua a leggere

ccnl-vigilanza-privata-portieriStrappo al tavolo per il rinnovo del contratto nazionale della vigilanza privata e dei servizi fiduciari scaduto nel 2015 e atteso da oltre 70mila addetti del settore. Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs hanno risposto con la proclamazione dello stato di agitazione e di due giornate di sciopero per l’1 e il 2 febbraio 2019  all’inattesa chiusura di Univ, Anivp, Assiv, Legacoop Produzione e Servizi, Confcooperative Federlavoro e Servizi e Agci Servizi. La lunga trattativa avviata nei mesi scorsi non ha sciolto i nodi su aumento salariale, cambio di appalto, bilateralità, contrattazione di secondo livello, classificazione del personale, salute e sicurezza, tutti temi sui quali i sindacati hanno presentato una concreta proposta di riforma.
Continua a leggere

vincenzo-dell-oreficeNegoziati definiti “insufficienti” quelli per il nuovo contratto nazionale di lavoro della vigilanza privata e dei servizi fiduciari, scaduto nel 2015, applicato ai circa 70mila addetti, di cui oltre 41mila guardie particolari giurate. La valutazione negativa giunge al termine del coordinamento nazionale Fisascat Cisl delle strutture e dei delegati del comparto dei servizi, riunitosi a Roma per fare il punto sullo stato delle trattative di rinnovo contrattuale di un settore che conta oltre 1320 imprese, per il 53% micro fino a 9 dipendenti, dislocate prevalentemente nel mezzogiorno e nelle isole con una vita media di 12 anni e un fatturato che nel 2016 ha superato i 3miliardi e 265 milioni di euro. Continua a leggere

ccnl2Sfera di applicazione, rilancio del secondo livello di contrattazione, classificazione del personale, stabilità occupazionale nei cambi di appalto, salute, sicurezza e riconoscimento della professionalità con la richiesta di un aumento salariale di 125 € al IV livello. Sono questi i punti cardine della ipotesi di piattaforma per il rinnovo del contratto nazionale della vigilanza privata e dei servizi fiduciari, scaduto il 31 dicembre del 2015, presentata dai sindacati di categoria Fisascat Cisl, Filcams Cgil e Uiltucs alle associazioni datoriali del settore. Questo il comunicato rilasciato oggi alla stampa da Fisascat-Cisl.  Continua a leggere

ROMA – Prosegue il negoziato tra le rappresentanze sindacali della vigilanza privata e Assiv/Cooperazione. Queste le proposte datoriali: 300 euro per il mancato rinnovo contrattuale e un aumento di 55 euro al IV livello per il triennio di vigenza. Totale: 660 euro di aumento complessivo a regime per il triennio. Una cifra senz’altro migliorativa rispetto alle precedenti, ma che non soddisfa i sindacati. Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video