24 dicembre 2020: sciopero della vigilanza privata

E’ una vigilia di protesta e rivendicazione per i circa 100.000 operatori della vigilanza privata e addetti alla sicurezza, che dopo 54 mesi di trattative, non vedono alcuno spiraglio per rinnovare il CCNL di settore. Oggi 24 dicembre il settore è dunque in sciopero nazionale. È questa la conclusione cui si è arrivati l’11 dicembre 2020, dopo l’ennesimo incontro infruttuoso tra Filcams CGIL, Fisascat CISL e UILTuCS UIL con le associazioni datoriali: “una decisione assunta non a cuor leggero”, spiegano i sindacati, “nella consapevolezza che il paese sta attraversando una fase difficilissima, ma resa inevitabile dall’intransigenza delle imprese del settore che, incuranti del tempo trascorso senza alcun adeguamento salariale e nelle tutele, strumentalizzano la situazione al solo fine di rinviare sine die il rinnovo del CCNL”.

Continua a leggere

Vigilanza privata: un settore allo sbando, abbandonato dalle istituzioni

CCNL-cronaca-guaiSe Sparta piange, Atene non ride. Non solo le associazioni di categoria della sicurezza privata lamentano uno stallo delle interlocuzioni con le istituzioni, ma gli stessi sindacati dei lavoratori, a qualche mese dalla richiesta di incontro trasmessa a ministeri del Lavoro e dell’Interno, cominciano a perdere ogni speranza di dialogo. E questo nonostante le ripetute tornate di sciopero del 2019.

Continua a leggere

Sciopero vigilanza privata confermato 1 e 2 Febbraio. Slittano al 25/03 solo gli aeroportuali

controllo-aereoportoI sindacati FilcamsCGIL, Fisascat CISL e Uiltucs UIL hanno rettificato le modalità di proclamazione dello sciopero del settore vigilanza privata e sicurezza, posticipandolo, solo ed esclusivamente per quanto riguarda gli addetti ai servizi aeroportuali, al 25 Marzo su tutto il territorio nazionale e per l’intera durata del servizio (ore 0,00-24,00). Lo sciopero indetto per i giorni 1 e 2 Febbraio resta quindi confermato per tutte le altre categorie di lavoratori del settore, unitamente alle manifestazioni già indette (a Milano il giorno 1 e a Napoli il giorno 2).

Continua a leggere

Strappo sul rinnovo CCNL Vigilanza Privata: minaccia di sciopero

ccnl-vigilanza-privata-portieriStrappo al tavolo per il rinnovo del contratto nazionale della vigilanza privata e dei servizi fiduciari scaduto nel 2015 e atteso da oltre 70mila addetti del settore. Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs hanno risposto con la proclamazione dello stato di agitazione e di due giornate di sciopero per l’1 e il 2 febbraio 2019  all’inattesa chiusura di Univ, Anivp, Assiv, Legacoop Produzione e Servizi, Confcooperative Federlavoro e Servizi e Agci Servizi. La lunga trattativa avviata nei mesi scorsi non ha sciolto i nodi su aumento salariale, cambio di appalto, bilateralità, contrattazione di secondo livello, classificazione del personale, salute e sicurezza, tutti temi sui quali i sindacati hanno presentato una concreta proposta di riforma.

Continua a leggere

CCNL vigilanza privata: per Fisascat CISL negoziati insufficienti

vincenzo-dell-oreficeNegoziati definiti “insufficienti” quelli per il nuovo contratto nazionale di lavoro della vigilanza privata e dei servizi fiduciari, scaduto nel 2015, applicato ai circa 70mila addetti, di cui oltre 41mila guardie particolari giurate. La valutazione negativa giunge al termine del coordinamento nazionale Fisascat Cisl delle strutture e dei delegati del comparto dei servizi, riunitosi a Roma per fare il punto sullo stato delle trattative di rinnovo contrattuale di un settore che conta oltre 1320 imprese, per il 53% micro fino a 9 dipendenti, dislocate prevalentemente nel mezzogiorno e nelle isole con una vita media di 12 anni e un fatturato che nel 2016 ha superato i 3miliardi e 265 milioni di euro.

Continua a leggere