fisascat cisl

ROMA – Prosegue il negoziato tra le rappresentanze sindacali della vigilanza privata e Assiv/Cooperazione. Queste le proposte datoriali: 300 euro per il mancato rinnovo contrattuale e un aumento di 55 euro al IV livello per il triennio di vigenza. Totale: 660 euro di aumento complessivo a regime per il triennio. Una cifra senz’altro migliorativa rispetto alle precedenti, ma che non soddisfa i sindacati. Continua a leggere

Giusto un riassuntino per chi si fosse perso qualche puntata della contract-story: l’ultimo incontro negoziale per il rinnovo del CCNL della vigilanza privata, scaduto il lontano 31 dicembre 2008, si era concluso con l’abbandono del tavolo da parte delle rappresentanze sindacali Filcams- CIGL, Fisascat – CISL, Uiltucs – UIL. Il tavolo di cui qui si parla vede la parte datoriale rappresentata dal solo sistema Federsicurezza, mentre le imprese di Assiv e Cooperazione trattano con le medesime delegazioni ma in un tavolo distinto. Alle dichiarazioni di parte sindacale (clicca qui per leggere la nota di Fisascat e clicca qui per leggere la nota di Filcams) è seguita una risposta di Federsicurezza (leggi qui) che apriva a successivi incontri. A tale missiva è seguita un’ulteriore risposta – di segno positivo – da parte di Fisascat-Cisl, che riceviamo e pubblichiamo. Tutto fa pensare ad un’imminente ripresa della trattativa, ma meglio stare scaramanticamente zitti. Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video