Vigilanza Privata: il Viceministro Crimi concorda sulla necessità di indire un tavolo interministeriale

Botte, insulti e qualche volta – putroppo – ci scappa anche il morto. Questa è la vita delle guardie giurate, peggiorata ovviamente da un’emergenza Covid che ha affidato alla vigilanza privata il controllo del rispetto delle precauzioni sanitarie. L’On. Jessica Costanzo (M5S), che già si era interessata del settore con riferimento al tema del salario minimo e dell’orario di lavoro, ha avuto un’interlocuzione con il vice-Ministro dell’Interno Vito Crimi proprio sulla situazione in cui versa la categoria delle guardie giurate e dei servizi fiduciari. Il vice-Ministro Crimi si è detto consapevole delle criticità e dei disagi dei lavoratori della vigilanza privata, incrementati peraltro dalla necessità di far rispettare le regole di sicurezza sanitaria durante la pandemia: scontri e attacchi da parte di cittadini che rifiutano di indossare la mascherina o di sottoporsi al tampone sono infatti, purtroppo, all’ordine del giorno.

Continua a leggere

L’orario di lavoro nella Vigilanza Privata lo decide il CCNL

orario_di_lavoroTorniamo sull’orario di lavoro.
Ricordate che per i servizi della vigilanza privata è ammessa una deroga di legge al DLgs 66/2003?
Ricordate che l‘Italia dei Valori aveva denunciato, con riferimento a tale deroga, “l’intento di aumentare l’orario di lavoro ordinario in quanto la maggioranza dei servizi rientrerebbe in tale deroga, disapplicando la volontà del legislatore di garantire e tutelare la qualità della vita dei lavoratori”? Se non ricordate, cliccate qui per leggere l‘interpellanza dell’On. Borghesi al ministero del Lavoro.
Ebbene, la risposta è arrivata oltre un anno dopo. E’ picche.
O meglio: dice che l’orario di lavoro nella vigilanza privata è regolamentato solo dal CCNL, il quale ovviamente non può però violare la legge, a partire da quella sulla sicurezza e sulla salute dei lavoratori.

Continua a leggere

Vigilanza Privata: interrogazione sull’orario di lavoro

vigilanza-privata-orario-lavoro

ROMA – La deroga al DL 66/03 per la vigilanza privata, prevista dal DM 27/04/2007 e ribadita dal DL 112 del 25 giugno 2008, porterebbe l’orario di lavoro giornaliero delle guardie giurate a ritmi insostenibili.
Questa la denuncia al ministero del Lavoro di Antonio Borghesi (Italia dei Valori), primo firmatario di un’interrogazione a risposta scritta. Di seguito il testo.

Continua a leggere

Rinnovo CCNL vigilanza privata: la trattativa ripartirà; dove arriverà non si sa

nave-in-tempesta-vigilanza-privata

Partirà, la nave partirà, dove arriverà questo non si sa...

Si chiude con le parole di Sergio Endrigo questa intervista a Luigi Gabriele, Presidente di Federsicurezza. 
La buona notizia è che sia le parti sindacali, sia le parti datoriali rappresentate in Federsicurezza sembrano voler riaprire la trattativa per il rinnovo del CCNL della vigilanza privata interrotta lo scorso 9 novembre.
La cattiva notizia è che non sembra esserci trippa per gatti: oltre alla crisi, gli Istituti soffrono infatti di un forte indebitamento, aggravato dagli oneri imposti dal DM capacità tecnica e dal consueto strozzinamento da parte dalle committenze. Il rinnovo si prospetta quindi molto complesso.

Continua a leggere

Diamo un contratto alla vigilanza privata! – a tu per tu con Fisascat

vincenzo-dell-orefice

“Tempo scaduto: diamo un contratto alla categoria”.
E’ la conclusione della nostra chiacchierata con Vincenzo dell’Orefice, Segretario Nazionale di Fisascat- Cisl in tema di rinnovo del contratto collettivo della vigilanza privata. La situazione è delicatissima, ma c’è volontà di dialogo.
Sentiamo in dettaglio cos’ha detto in esclusiva a www.vigilanzaprivataonline.com.

Continua a leggere