ossif

robot-vigilanza-privata-virtuale

Entrando in banca vi sarà capitato di essere apostrofati da una guardia che sorride dietro a un monitor. Si chiama vigilanza virtuale. Spesso sono messaggi preregistrati, talvolta sono guardie in carne ed ossa, magari dislocate a 600 km di distanza dalla filiale.
In ogni caso il loro costo è inferiore al turno di un piantone.

Vi sono diverse forme di “virtualizzazione della guardia”, da quelle meno spinte tecnologicamente a quelle più evolute. Nessuno discute sul valore aggiunto e sull’affidabilità di queste soluzioni, né sulla validità del processo di virtualizzazione in atto; la domanda è se l’elettronica soppianterà l’uomo. Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video