privacy

cassaforte-sicurezza-privacyInvestigatori privati e privacy. Facebook la definirebbe “una relazione complicata”. Eppure il Presidente di Federpol (Federazione Italiana degli Istituti Privati per le Investigazioni le Informazioni e la Sicurezza), Agatino Napoleone, è stato ricevuto niente meno che dal Garante Europeo della Protezione Dati e da una rappresentanza di deputati al Parlamento Europeo a Bruxelles. Durante gli incontri sono stati esaminati i problemi derivanti dall’obbligo di comunicazione delle attività investigative in conformità degli articoli 13 e 14 del nuovo Regolamento sulla Protezione Dati (2016/679). Continua a leggere

logo-garante-privacyIl prossimo 01 Ottobre entra in vigore il “Codice di deontologia e buona condotta per il trattamento dei dati personali effettuato a fini di informazioni commerciali“, approvato dal Garante Privacy e sottoscritto, tra gli altri, da Federpol, Federazione Italiana degli Istituti Privati per le Investigazioni le Informazioni e la Sicurezza. Il Codice prevede la possibilità di rendere l’informativa agli interessati sul trattamento dei dati personali a fini di informazione commerciale con modalità semplificate mediante il portale web, affinché venga agevolato l’esercizio da parte degli interessati dei diritti previsti dall’art. 7 del d.lgs. 196/03 nei confronti delle imprese di informazioni commerciali. Tale facoltà, concessa dal codice a quanti vantano un fatturato superiore ai 300.000,00 euro annui in informazioni commerciali, è stata estesa, su richiesta di Federpol, anche a coloro che hanno un fatturato inferiore. Continua a leggere

lente ingandimentoL’Autorità Garante della Privacy e Federpol hanno avviato un confronto tecnico per condividere alcune tematiche in tema di investigazione privata e tutela della riservatezza personale, ed in particolare le aperture che il nuovo Regolamento Europeo potrebbe portare in materia di esenzione dell’investigatore privato dall’obbligo di informativa all’interessato ed ai terzi, fondamentale nei casi in cui tale adempimento possa compromettere l’attività e/o l’incolumità dell’investigatore privato. Per la sua attualità, il tema “Regolamento Europeo Privacy e l’investigatore privato” è stato al centro del Congresso nazionale Federpol (27 maggio, Roma), al quale sono intervenute personalità politiche, rappresentanti del Garante e Ministero dell’Interno.  Continua a leggere

cassaforte-sicurezza-privacyDopo 4 anni di gestazione, arriva il nuovo Regolamento UE sulla protezione dei dati: un corpus normativo unico per tutti gli stati membri e che in Italia pensionerà l’ormai desueto Codice Privacy. Una volta pubblicato in GU, le aziende avranno due anni per adeguarsi. E sarà il caso che lo facciano per tempo, visto che la più temuta novità del Regolamento UE sono le salatissime sanzioni che il Garante potrebbe comminare in caso di inadempienza. Il tema riguarda tutte le imprese, vigilanza privata inclusa. Continua a leggere

logo-garante-privacyQuante volte gli istituti di vigilanza privata vengono nominati “titolari del trattamento dei dati” dai clienti ai quali si collega la loro centrale operativa? Quante volte i contratti di servizio stipulati con i clienti prevedono una sezione dedicata agli adempimenti Privacy? Se sì, quante volte tale sezione è aggiornata ad una normativa complessa ed in costante evoluzione come quella sulla riservatezza? La risposta è quasi retorica. Ma le multe possono essere salate. Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video