privacy

veicolo-geolacalizzato

Molto spesso aziende e relativo management ignorano i profili normativi propedeutici ad una corretta e lecita installazione di un sistema di localizzazione satellitare. E’ quello che è successo all’ANAS S.p.A., che il 7 marzo scorso è stata oggetto di un provvedimento dell’Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali (clicca qui per leggerlo). Il Garante ha in tal sede dichiarato illeciti i trattamenti di dati personali realizzati attraverso una tecnologia costituita, tra l’altro, da un sistema di geolocalizzazione su veicoli aziendali, che consentiva il controllo a distanza dell’attività lavorativa.
Abbiamo chiesto in materia un approfondimento all’Avv. Marco Soffientini, Coordinatore del Comitato Scientifico di Federprivacy. Continua a leggere

cassaforte-sicurezza-privacy

ROMA – Bene il satellitare sui mezzi aziendali, ma occhio alla privacy!
Il Garante per la riservatezza si è infatti pronunciato sull’installazione di sistemi di localizzazione satellitare sui veicoli di un Istituto di Vigilanza privata, richiedendo prescrizioni che vanno ben oltre il mero “avviso ai lavoratori in bacheca aziendale”. Continua a leggere

AREZZO – Con quasi 250 prenotazioni e richieste in continuo aumento, a un mese dal Privacy Day gli organizzatori hanno dovuto riesaminare la sede fissata dell’evento e hanno optato per una location più capiente. Il 12 novembre 2010 il Privacy Day non si terrà più al Palazzo Borsa Merci della Camera di Commercio di Arezzo, bensì avrà luogo all’Arezzo Park Hotel, di fronte all’uscita del Casello di Arezzo sull’Autostrada A1. Continua a leggere

ROMA  – Sistemi integrati di videosorveglianza solo nel rispetto di specifiche garanzie per la libertà delle persone. Appositi cartelli per segnalare la presenza di telecamere collegate con le sale operative delle forze di polizia. Obbligo di sottoporre alla verifica del Garante della privacy, prima della loro attivazione, i sistemi che presentino rischi per i diritti e le libertà fondamentali delle persone, come i sistemi tecnologicamente avanzati o “intelligenti”. Continua a leggere

Il paragrafo autorizza “l’eventuale conservazione temporanea di materiale strettamente personale dei soggetti che hanno curato l’attività svolta, ai soli fini dell’eventuale dimostrazione della liceità e correttezza del proprio operato”, di fatto negando agli investigatori e ai loro collaboratori la facoltà di conservarsi personalmente e senza limiti dati e appunti del loro operato per fini esclusivamente personali. Il tutto mentre presso il Tribunale di Bassano del Grappa è pendente una causa contro il Codice deontologico che contesta la competenza del Garante sulla conservazione per scopi esclusivamente personali delle informazioni raccolte, stante la sua incompetenza prevista dal Codice della Privacy. Chi la vincerà?

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video