riforma

ROMA – Le certificazioni rappresentano il tassello di chiusura del processo di riqualificazione che caratterizza l’intero impianto di riforma della vigilanza privata. Perchè il processo funzioni, è però essenziale “controllare il controllore”, quindi elaborare una serie di meccanismi che permettano di individuare, accreditare e infine monitorare gli Enti di Certificazione Indipendenti abilitati.
Il Ministero dell’Interno ha a tal fine elaborato una bozza di Decreto che, una volta a regime, permetterà che molte verifiche (oggi effettuate da Prefetture e Questure) possano essere preliminarmente svolte da enti, organismi e società terze specificatamente autorizzate.
Nonostante alcune riserve avanzate da un’associazione di categoria, il documento è stato pienamente accolto in Commissione Consultiva Centrale e si appresta ad essere sottoposto al Consiglio di Stato.
Il Ministero dell’Interno ha ipotizzato un’emanazione definitiva a primavera.
Per l’adeguamento sarà poi previsto un periodo transitorio di 12 mesi. Continua a leggere

ROMA – Il 12 novembre si terrà a Roma una giornata di aggiornamento dedicata al tema “Investigazione privata e sicurezza, cos’è cambiato dal regio decreto del 1931?” a cura di E.N.Bi.S.I.T., con la collaborazione di A.I.S.S., Italdetectives e l’Università La Sapienza.
La giornata di alta formazione, valida ai fini del rinnovo della licenza e dell’ottenimento della licenza “B” per gli Investigatori Privati Dipendenti, inaugura un percorso di approfondimento che coinvolge autorevoli rappresentanze ministeriali e professionisti del settore, nell’intento di fare chiarezza sui parametri imposti dai DM 269/2010 (“capacità tecnica“) e 06/10/09 (DM “Maroni” ex buttafuori). Continua a leggere

rapporto-federsicurezza-2011

ROMA – L’ultimo Rapporto FederSicurezza sulla sicurezza privata lasciava aperti due interrogativi: la flessione degli istituti di vigilanza attivi sul territorio, che ha rafforzato le realtà più dimensionate a discapito delle più piccole, è effetto della crisi o del processo del liberalizzazione innescato dalla riforma del TULPS? E in che modo la combinata “riforma/recessione” sta influenzando e influenzerà le dinamiche di mercato della sicurezza complementare?
Le risposte si trovano nel 4° Rapporto annuale FederSicurezza, autorevole strumento di analisi che offre uno spaccato unico sulla filiera della sicurezza complementare (vigilanza privata, trasporto valori, ma anche controllo satellitare, telesorveglianza, facility management e servizi integrati). Continua a leggere

ROMA – Periodo intenso per la vigilanza privata, sia sul fronte normativo, sia sul fronte sindacale.
L’11 ottobre si è nuovamente riunita, dopo una lunga pausa, la Commissione Consultiva Centrale. Ne sono scaturite due sottocommissioni dedicate, rispettivamente, al provvedimento sulla c.d. formazione (requisiti minimi professionali delle guardie giurate) e agli enti di certificazione della qualità degli Istituti di vigilanza (clicca qui per approfondire).
Infine, anche a seguito delle richieste provenute da più parti, il Ministero dell’Interno si è impegnato ad emanare una circolare che specifichi le parti del DM sulla capacità tecnica che sono già operative e a far partire entro la fine dell’anno gli “stati generali della vigilanza privata” per verificare lo stato di attuazione dello stesso DM (clicca qui per approfondire). Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video