Vigilanza Privata: Sicuritalia coglie le nuove opportunità della fase 2. E assume

Tra le mille sciagure del Coronavirus, c’è un aspetto positivo, quanto meno per il settore della vigilanza privata: l’apertura di nuovi e interessanti mercati e l’affidamento di servizi innovativi ed essenziali per la ripartenza di moltissime categorie operative. Non è un caso dunque che la più grande realtà italiana stia assumendo personale e che si ponga delle domande non solo sulle modalità di esecuzione dei nuovi servizi (a partire dalla rilevazione dela temperatura), ma anche sulla necessaria formazione e qualificazione dei lavoratori. Ne abbiamo parlato con Paolo Luraschi, Direttore Operativo e Risorse Umane del Gruppo Sicuritalia.

Continua a leggere

Vigilanza Privata: nuove assunzioni e (forse) 1000 euro per chi lavora per gli ospedali siciliani

Qualche buona notizia per la vigilanza privata. Mentre Mondialpol e Sicuritalia lanciano una campagna di assunzioni sul territorio per guardie giurate e operatori fiduciari, Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil chiedono alla Regione Sicilia di estendere il bonus da 1000 euro stanziato per medici e infermieri anche a chi svolge servizi in appalto presso gli ospedali siciliani: addetti a pulizie, sanificazione, ausiliariato, mense e naturalmente vigilanza privata. Al netto del fatto che sinora dei vari bonus promessi, quanto meno dallo stato, non si è vista l’ombra, è comunque una bella iniziativa.

Continua a leggere

Nuovi spazi per la vigilanza privata ma nuove cautele: la ricetta Sicuritalia per la fase 2

Nel commentare la fase 2, il Premier ha accennato ad una “buona occasione per rimettere a posto ciò che non andava anche prima del Covid19“. Ora, poichè le disfunzioni erano (e sono) infinite, auspichiamo che nella generica allusione fosse inclusa anche l’italica abitudine di non pagare al primo alito di vento. Perchè se un insoluto il 24 aprile può dirsi comprensibile, un insoluto il 24 febbraio è pretestuoso. Serve coesione di filiera per evitare quei cliché che tanto ci stanno danneggiando anche nel negoziato europeo. Su questo tema, come pure sulla fase 2 e sui nuovi spazi di manovra offerti a sicurezza e vigilanza privata, abbiamo sentito il leader di settore: Lorenzo Manca, AD e Presidente del Gruppo Sicuritalia.

Continua a leggere

Vigilanza Privata: c’era bisogno del Coronavirus per parlare di sicurezza integrata?

Ci voleva una pandemia perchè il concetto di sicurezza integrata (fisica e logica, ma anche privata e pubblica) cominciasse a farsi largo anche in Italia. Se lo smart working richiede infatti maggiore attenzione per la sicurezza cyber, il timore di reazioni popolari spontanee, o peggio eterodirette, apre le porte anche a richieste di servizi di intelligence. Il tutto oltre ai tradizionali servizi di vigilanza privata, al trasporto valori e alle attività “covid-19” di controllo dei flussi e rispetto del distanziamento sociale. Lo ha detto Lorenzo Manca, AD di Sicuritalia (primo polo italiano di sicurezza privata) in un dibattito su War Room diretto da Enrico Cisnetto, assieme a ospiti del calibro di Roberto Maroni e Paolo Poletti.

Continua a leggere

La sicurezza privata ai tempi del Coronavirus: intervista a Sicuritalia, leader in Italia

Che impatto sta avendo l’emergenza sanitaria sul mercato della sicurezza privata? Quali sono le committenze che risultano più colpite? Stanno nascendo servizi specifici o applicativi nuovi per fronteggiare l’emergenza? L’abbiamo chiesto al primo player del settore, che opera trasversalmente su diverse aree di servizio (dalla security nei siti ad alta criticità al pulimento, dalla travel alla cyber security) e che rappresenta la realtà numero uno in Italia per dimensione, tasso di sviluppo e solidità economico-finanziaria con ricavi per 650 milioni di euro, 15.000 dipendenti e 100.000 clienti all’attivo.
La parola a Lorenzo Manca, Amministratore Delegato e proprietario di Sicuritalia.

Continua a leggere