taiis

grida-Manzoniane

…Ma l’Unione Europea non aveva risolto il problema del ritardo nei pagamenti delle pubbliche amministrazioni? Non era stata introdotta una norma che lasciava solo due alternative: o si paga in tempo o dopo 30 giorni scattano gli interessi e alle banche tocca anticipare le fatture?
La norma c’è, ma i tempi di recepimento – anche se il Governo vuole chiudere la partita entro fine anno – continuano a far morire di crediti le imprese. Vigilanza privata inclusa. Continua a leggere

anivp-congresso

ROMA – Crisi economica, ritardi nei pagamenti, blocco del credito, strapotere delle committenze e una riforma in atto che chiede ulteriori “lacrime e sangue” alle imprese della vigilanza privata. Questi i temi dell’assemblea annuale ANIVP (Associazione nazionale di categoria della vigilanza privata): dai problemi tipici del comparto (costi dell’adeguamento e difficoltà applicative del DM capacità tecnica) ai problemi comuni a tutte le imprese, con un particolare focus sul ritardo nei pagamenti della PA e sulla stretta creditizia.  Continua a leggere

ROMA – Nel decreto liberalizzazioni, il Governo Monti mette finalmente mano ai ritardi nei pagamenti da parte delle pubbliche amministrazioni, il cui arretrato si stima in una cifra compresa tra i 70 e gli 80 miliardi di euro e coinvolge pesantemente anche il settore della vigilanza privata e del trasporto valori.
Ebbene, il Governo metterà sul piatto 5,7 miliardi di euro, due dei quali (ma solo per crediti maturati entro il 31 dicembre 2011) pagabili in titoli di stato. Questo dice in sostanza l’art. 35 del decreto liberalizzazioni. . Continua a leggere

ROMA – Qualità degli appalti e ritardi di pagamento, un anno dopo.
Quali novità sono state poste a tutela dei cittadini e degli utenti, delle imprese corrette e dei lavoratori in questo anno di lavoro? Quali sono le proposte del TAiiS e di CGIL, CISL e UIL?
Le risposte a questi interrogativi nel Convegno promosso congiuntamente dal TAiiS e dai Sindacati con i patrocini degli Enti Bilaterali di riferimento, che si terrà a Roma il 2 Dicembre presso il CNEL (Sala Biblioteca, Viale Davide Lubin, 2). Continua a leggere

pa-rimetti-crediti

La pubblica amministrazione ha debiti per almeno 37 miliardi di euro, pari al 2,5% del PIL nazionale. E i pagamenti vanno da un minimo di 92 giorni ad un massimo di 664 giorni, con i picchi più drammatici nel Mezzogiorno. Per le vischiosità burocratiche della PA, molte imprese (PMI in testa) stanno agonizzando. Anche quelle di vigilanza privata, che sempre non amano farsi mancar nulla.  Ne parliamo con Franco Tumino, Coordinatore del TAiiS, Tavolo Interassociativo Imprese dei Servizi Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video