Vigilanza Tecnologica

Rubrica che tratta, con l’aiuto di esperti, temi di matrice tecnologica che hanno attinenza con il mondo della vigilanza privata, del trasporto valori e delle investigazioni private.
Sei un esperto di tecnologie per il settore? Sottoponi alla redazione i tuoi articoli tecnici: vogliamo far sentire anche la tua voce obliqua.
ATTENZIONE: per dar corso alle numerose richieste che ci pervengono dai lettori, ci occorrono le generalità del mittente e l’Istituto/Agenzia di appartenenza. Ovviamente non verranno divulgate (è una norma precauzionale contro perditempo e richieste fasulle): www.vigilanzaprivataonline.com si impegna sempre a garantire l’anonimato di chi fa sentire la propria voce.

Un’app che tutela la persona, ma anche la casa e, per certi aspetti, la società civile, in particolare nei suoi soggetti più deboli. Si chiama Protezione24Persona ed è un’iniziativa sviluppata da Samsung in collaborazione con Sicuritalia. Con questa app gli smartphone Samsung si trasformano in dispositivi di richiesta soccorso: in caso di pericolo, inviano in automatico una richiesta di soccorso alla Centrale Sicuritalia, che, con il permesso dell’utente, riceve la localizzazione e la registrazione audio e video dell’evento. Per inviare la richiesta basta scuotere il telefono fino alla comparsa di una schermata rossa, oppure far cadere il cellulare. Un elemento importante in caso di violenza, quando lanciare un sos con tempestività può significare di vivere oppure di morire. Continua a leggere

battistolli-1BATTIPAGLIA – In tanti a Battipaglia sperano di poter salvare la ex Btp Tecno, attualmente in mano al curatore fallimentare. Il Gruppo Battistolli sembra infatti interessato a insediare in una parte dello stabilimento battipagliese la produzione di un Robot (avete letto bene) pensato per la sorveglianza e la sicurezza e capace di sostituire l’uomo nelle aree potenzialmente rischiose per l’incolumità del personale, come nelle zone a rischio incendio od esplosione. Continua a leggere

cassaforte-sicurezza-privacyDopo 4 anni di gestazione, arriva il nuovo Regolamento UE sulla protezione dei dati: un corpus normativo unico per tutti gli stati membri e che in Italia pensionerà l’ormai desueto Codice Privacy. Una volta pubblicato in GU, le aziende avranno due anni per adeguarsi. E sarà il caso che lo facciano per tempo, visto che la più temuta novità del Regolamento UE sono le salatissime sanzioni che il Garante potrebbe comminare in caso di inadempienza. Il tema riguarda tutte le imprese, vigilanza privata inclusa. Continua a leggere

Droni-e-sicurezza-privataLa necessità di far volare il drone a portata di vista del pilota e il divieto di sorvolo su assembramenti umani: questi sembrano essere i limiti più ostativi allo sviluppo dei droni in ambito sicurezza privata, stando almeno alle rappresentanze di trasporto valori, vigilanza privata, security fisica e investigatori presenti a Dronitaly lo scorso 26 settembre. E tuttavia quando l’autorità non comprende appieno una tecnologia, perché è particolarmente innovativa o dinamica, nelle more, la limita al fine di evitare pericoli alla sicurezza pubblica (Vincenzo Acunzo, ministero dell’Interno). E poiché l’evoluzione normativa è fisiologicamente alla costante rincorsa della tecnologia, il rischio paralisi è davvero dietro l’angolo, soprattutto dopo la seconda, ancor più restrittiva release del Regolamento ENAC sui droni.

Continua a leggere

logo-garante-privacyQuante volte gli istituti di vigilanza privata vengono nominati “titolari del trattamento dei dati” dai clienti ai quali si collega la loro centrale operativa? Quante volte i contratti di servizio stipulati con i clienti prevedono una sezione dedicata agli adempimenti Privacy? Se sì, quante volte tale sezione è aggiornata ad una normativa complessa ed in costante evoluzione come quella sulla riservatezza? La risposta è quasi retorica. Ma le multe possono essere salate. Continua a leggere

Network
Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail
I Video
Video
Video Video Aiss