Il turno di guardia: un omaggio alle guardie giurate

Dopo Mattarella, anche Draghi manifesta alle guardie particolari giurate il suo “più sincero apprezzamento per il prezioso lavoro di vigilanza, anche in piena pandemia, mettendo al centro di ogni attività la sicurezza e l’assistenza al cittadino”. Parliamo di lavoratori che, con uno stipendio da fame e un CCNL scaduto da 65 mesi, rischiano ogni giorno la vita. Per questo Mariano Bizzarri Ollandini, presidente dell’Istituto di Vigilanza Privata Corpo Guardie di Città e membro della giunta nazionale di Assicurezza Confesercenti, insieme allo scrittore fiorentino Andrea Ambrosino, hanno omaggiato il lavoro delle Guardie Giurate con il libro Il turno di guardia (Ed. Pacini).

Il libro, distribuito in 10.000 copie con il quotidiano La Nazione a fine Aprile per festeggiare il ventennale dell’Istituto e venduto in Ebook e nelle librerie online, oltre a sostenere progetti solidali e iniziative a scopo benefico e sociale (l’intero ricavato sarà infatti devoluto ad associazioni del territorio), intende lanciare un messaggio incisivo alla collettività, mettendo in luce un settore che chiede solo di essere ascoltato.

Per capire quanto sia poco valorizzato il settore vigilanza, basta scorrere l’ultimo rapporto Censis sulla filiera della sicurezza, secondo il quale il 62,8% degli italiani è convinto che
vi sia una scarsa consapevolezza da parte della popolazione in merito a ciò che realmente fanno le guardie giurate e gli operatori della sicurezza privata. Per Ollandini, invece, “tutti dovrebbero sapere che la sicurezza privata contribuisce alla qualità della vita degli italiani”.

Un punto, quest’ultimo, condiviso dalle varie autorità cui il libro è stato inviato (ministri, sottosegretari, senatori, onorevoli, Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Capo della Polizia di Stato, dirigenti e funzionari governativi) e che in particolare ha registrato l’impegno, in diretta TV durante la trasmissione “Professione Sicurezza”, del Sottosegretario al Ministero dell’Interno On. Nicola Molteni, su quattro priorità: approvazione del DM sulla formazione delle gpg, guerra all’abusivismo e rinnovo del CCNL, ampliamento delle competenze in capo alle imprese del settore.

Aggiungiamo, noi di vigilanzaprivataonline, che si tratta di un libro gradevolissimo, di cui consigliamo la lettura: https://www.pacinieditore.it/prodotto/turno-guardia-andrea-ambrosino/