Certificazione GPG antipirateria: non serve la prova pratica sui radiogeni

15 Nov 2022

di Ilaria Garaffoni

Il certificato che abilita le guardie giurate ai servizi antipirateria a bordo nave non richiede il superamento della prova pratica sull’uso delle macchine radiogene. Tale prova è invece richiesta se la guardia vuole svolgere, oltre ai servizi antipirateria, anche i servizi di sicurezza sussidiaria in ambito portuale, che richiedono l’uso di macchine radiogene. Lo ha chiarito il Vice Capo della Polizia, Stefano Gambacurta, a ConFederSicurezza, che aveva sollevato dubbi sull’interpretazione del disciplinare tecnico sulla formazione delle guardie giurate addette ai servizi di sicurezza sussidiaria.

ConFederSicurezza segnalava infatti che alcuni Uffici territoriali, mal interpretando la Circolare del Ministero dell’Interno del 22 giugno 2022 (sui programmi di addestramento per le guardie giurate addette ai servizi antipirateria), stavano richiedendo anche il superamento della prova pratica per il corretto utilizzo delle apparecchiature e delle tecniche di sicurezza sulle apparecchiature radiogene.

E’ stata pertanto diramata la Circolare 2 novembre 2022, che chiarisce che, “ai fini della certificazione delle guardie giurate da adibire ai servizi antipirateria, non è necessario sostenere la prova di esame pratica finalizzata all’accertamento del corretto utilizzo delle apparecchiature e delle tecniche di sicurezza sulle apparecchiature radiogene”. Tale prova è obbligatoria “per il solo personale che opera in ambiti ove è previsto l’utilizzo di tali apparecchiature”.

Clicca qui per scaricare Circolare del Ministro dell’Interno del 2/11/2022

I Video

Consigliati

https://www.anivp.it/

Archivi