Investigatori privati: il 4 maggio si riapre!

Fino a giovedì scorso, tra i codici Ateco individuati dal Governo come attività che potevano proseguire anche in tempi di lockdown, mancava – nell’ambito della sicurezza privata – la serie 80.30, che rubrica le attività di investigazioni private. Un’assenza incomprensibile e di cui avevamo già parlato. Probabilmente mancava, da parte del decisore, un’approfondita conoscenza dei diversi ambiti di indagine delle investigazioni private, dovuta anche alla fretta e all’esclusivo ascolto di comitati e task force. Federpol ha fatto però pressione su tutte le cariche istituzionali e oggi l’allegato 3 del DPCM 26 Aprile 2020 permette la riapertura degli studi di investigazioni private per il 4 maggio. Il tutto ovviamente nel rispetto delle regole: lavoro agile e smartworking, distanziamento sociale, mascherine, imposisizone di pratiche di igiene e sorveglianza sanitaria nei confronti dei dipendenti.

Continua a leggere

Investigazioni private ai tempi del Covid19: fateci lavorare!

Tra i codici Ateco individuati dal Governo come attività che possono proseguire anche in tempi di lockdown, manca – nell’ambito della sicurezza privata – la serie 80.30, che rubrica le attività di investigazioni private. Un’assenza incomprensibile in quanto l’investigatore privato, per sua natura, opera in regime di massima discrezione e certamente non a contatto con il soggetto osservato.  Si tratta peraltro di un’attività di particolare ausilio alle filiere ritenute invece essenziali: studi legali, assicurazioni, ma anche PA e tutte le imprese attive, che stanno peraltro manifestando carenze di organico anche per ricorso fraudolento ai permessi speciali accordati dai decreti emergenziali.

Continua a leggere

Investigatori Privati e GDPR: Federpol dal Garante per esporre i problemi applicativi

logo-garante-privacyIl Vice-segretario Generale dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali, Daniele De Paoli, Dirigente del Dipartimento realtà economiche e produttive, e il Dirigente Servizio affari legislativi e istituzionali Mario De Bernart, hanno ricevuto una delegazione Federpol , Federazione Italiana degli Istituti Privati per le Investigazioni le Informazioni e la Sicurezza, per ascoltare alcune problematiche applicative del GDPR in ambito investigativo privato.

Continua a leggere

Il Codice Deontologico per le investigazioni difensive è privacy-compliant

Ilogo-garante-privacyl Garante per la protezione dei dati personali ha sottoposto il “Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali effettuati per svolgere investigazioni difensive” (allegato A6 al Codice privacy), adottato con Provvedimento del 6 novembre 2008, alla verifica di conformità rispetto al Regolamento Ue 2016/679 sulla protezione dei dati personali, individuando le disposizioni ritenute non conformi che potranno continuare a produrre effetto.

Continua a leggere

Luciano Ponzi nuovo Presidente Federpol

Dopo vari mesi di vicariato a seguito delle dimissioni del Past President Napoleone, è stato eletto il nuovo Presidente di Federpol, Federazione Italiana degli Istituti Privati per le investigazioni le Informazioni e la Sicurezza: è Luciano Ponzi, ex Presidente per la Lombardia e al timone dell’omonima agenzia investigativa.
La mission del suo mandato annovera obiettivi ambiziosi, che mettono al centro la figura del socio con appuntamenti e iniziative dedicate. Si dovranno anche revisionare lo statuto e prevedere nuove regole per i rimborsi.  Nel formulare i nostri migliori auguri di buon lavoro al Presidente, salutiamo anche i nuovi membri eletti del Consiglio Esecutivo.

Continua a leggere