CCNL sicurezza sussidiaria: festività e trasferte?

30 Dic 2011

di Ilaria Garaffoni

calendario-vigilanza-privata-online

Egregio Direttore,
sono dipendente di un’agenzia investigativa assunto a tempo indeterminato con il CCNL per i dipendenti di sicurezza sussidiaria non armata e degli istituti investigativi.
Ho dei dubbi su alcune questioni amministrative: ad esempio le festività del 2 giugno e 15 agosto non sono state pagate. Dovevano essere retribuite o no?
Secondo dubbio: in genere lavoro con il mio mezzo di proprietà, calcolando i km dalla sede al luogo di lavoro (circa 70 km al gg tra andata e ritorno). Posso chiedere un rimborso?

La ringrazio per il disturbo e porgo distinti saluti.
LB

Gentile lettore,
risponde Luciano Fabbri, Segretario Nazionale dell’E.N.BI.S.I.T. (Ente nazionale Bilaterale per la sicurezza, investigazioni e tutela), che è espressione di AISS per la parte datoriale e di Federterziario ed UGL Terziario per la parte sindacale (le tre sigle firmatarie del contratto).

“Richiamo gli articoli del CCNL che rispondono al quesito del lettore.
Partendo dalla prima domanda, relatività alle festività, l’articolo di riferimento è il n. 55, che recita:

Art. 55 – Festività nazionali
Le festività che dovranno essere retribuite sono le seguenti.

Festività nazionali
·         25 Aprile – Ricorrenza della liberazione
·         1 Maggio – Festa del lavoro
·         2 Giugno – Festa della Repubblica

Festività infrasettimanali
·         1 Gennaio – Capodanno
·         6 Gennaio – Epifania
·         Il lunedì dopo Pasqua
·        15 Agosto – Festa dell’Assunzione
·         1 Novembre – Ognissanti
·         8 Dicembre – Immacolata Concezione
·         25 Dicembre – Natale
·         26 Dicembre – Santo Stefano
·         La solennità del Santo Patrono del Comune dove ha sede l’impresa.

Le ore di lavoro prestate, nei giorni festivi sopraindicati, dovranno essere retribuite come lavoro straordinario festivo maggiorato del 20% oltre alla normale retribuzione giornaliera.
Nel caso il riposo coincida con il giorno di festività nazionale, il lavoratore avrà diritto a un giorno di retribuzione ordinaria.

Secondo l’accordo applicativo del 05 Luglio 2011, le Festività non sono riconosciute nel lavoro con rapporto a chiamata o intermittente, viste le prerogative già espresse all’art. 26 dello stesso CCNL.

Venendo al secondo quesito (missioni), l’articolo di riferimento è il n. 59, che recita:

Art. 59 – Missioni
Per un’esatta applicazione del CCNL, è indispensabile distinguere quanto segue:

Per le attività di controllo: nel caso utilizzi un mezzo proprio, al lavoratore in trasferta inviato oltre i 50 km e fino a 100 km dalla sede, dovrà essere corrisposta una diaria giornaliera pari alla maggiorazione del 50% del compenso giorno prestabilito dal CCNL di cui si tratta.

Per distanze maggiori a 100 km, oltre alla maggiorazione sopra riportata, dovrà essere riconosciuto un rimborso spese come da art. 59 seguente, con la franchigia di 200km (100km x 2) per A/R;

– Per le attività investigative: al lavoratore in trasferta inviato oltre i 50 km dalla sede, quale base di partenza del servizio, dovrà essere corrisposta una diaria giornaliera pari alla maggiorazione del 50% del compenso giorno prestabilito dal CCNL, oltre ai rimborsi chilometrici riportati all’art 59 seguente, con la franchigia di 100km (50km x 2) per A/R;

Se al lavoratore verranno attribuite mansioni comportanti l’impiego di mezzi di locomozione, tali mezzi e relative spese saranno a carico dell’azienda.

Venendo all’ultima parte del quesito, si richiama l’art. 60 del citato CCNL, che recita:

Art. 60 – Rimborso spese di trasferimento e diaria giornaliera di trasferta fuori territorio

Rimborso spese trasferimento

Il lavoratore comandato a prestare la propria opera fuori della sede dell’azienda, oltre ai km riportati nel precedente art. 59, se utilizza il proprio mezzo di trasporto ha diritto ad un rimborso spese. Il rimborso spese, con decorrenza dal 01/01/2011, sarà riconosciuto in base alle seguenti tariffe:

– cilindrata fino a 1000 cc. € 0,33825 al Km.
– cilindrata fino a 1600 cc. € 0,38489 al Km.
– cilindrata superiore a 1600 cc. € 0,39074 al Km.

L’azienda ha comunque la facoltà di mettere a disposizione un mezzo di trasporto in sostituzione del rimborso spese suddetto. Le tariffe sopra determinate saranno aggiornate in base alla dinamica salariale.

Diaria giornaliera per trasferta fuori territorio nazionale

Al dipendente che si reca fuori dal territorio nazionale per lo svolgimento di prestazioni di lavoro, spetta una diaria giornaliera di €uro 20,00 e successivamente rivalutabili annualmente, in base alla dinamica salariale, per ogni giorno di pernottamento fuori sede.
Il dipendente – in ogni caso – sarà altresì rimborsato di eventuali spese viaggio, nonché di tutte le spese di vitto e alloggio a piè di lista.

Clicca qui per scaricare Contratto Collettivo Nazionale Lavoro dipendenti Agenzie sicurezza sussidiaria non armata Istituti Investigativi (AISS-UGL)

…e grazie per aver fatto sentire la tua voce obliqua!

I Video

Consigliati

https://www.anivp.it/

Archivi