Vigilanza Privata: quando si ha diritto a rimborsi e trasferte?

Spett.le www.vigilanzaprivaonline.com

sono una GPG e vengo demandato in servizio a più di 70 km (solo andata) dal mio domicilio.
L’Istituto di Vigilanza Privata presso il quale lavoro non ha sede operativa nel mio Comune: posso chiedere rimborso e trasferta, visto che ci metto quasi due ore a raggiungere il servizio, con relativi costi?

Grazie della risposta,
F.M.

Caro amico, il nostro esperto in contrattualistica, Giordano Lacasella, risponde:

“L’art. 99 del CCNL della vigilanza privata recita: ‘per il percorso di andata e ritorno dalla propria abitazione alla sede o comando dell’Istituto o alle località di lavoro previste all’atto dell’assunzione o successivamente assegnate, non competono ai lavoratori particolari compensi od indennità’.

La cosiddetta missione o i rimborsi spese spettano quindi solo alle guardie giurate che vengono inviate, per necessità di servizio con carattere transitorio e di breve durata, oltre i 10 Km. dal confine del comune dove ha sede l’Istituto o dove il lavoratore svolge normalmente il suo servizio.

Se il luogo dove l’amico che scrive è stato comandato di servizio è quindi il posto dove svolge normalmente il suo lavoro (e non quindi un luogo dove viene inviato saltuariamente e per qualche giorno), allora non gli competono indennità di sorta”.

 

Se ho capito bene, questo è il tuo caso, quindi temo che non ti spetti alcun rimborso. Mi spiace.

Ilaria Garaffoni
Direttore Responsabile di www.vigilanzaprivataonline.com