Nuovo incontro tra le Parti Sociali della Vigilanza e Sicurezza Privata per proseguire la trattativa per il rinnovo del CCNL di settore. Presso Confcommercio, il 24 Ottobre le OO.SS. hanno parzialmente riscontrato i testi proposti e consegnati nel corso dell’ultimo incontro in materia di contratto a termine, lavoro intermittente e lavoro a tempo parziale, e hanno ricevuto i testi su apprendistato e somministrazione. Sostanzialmente, si è quindi completata la proposta datoriale sul tema mercato del lavoro.

Continua a leggere

Bocciatura quasi piena per il Decreto Dignità. E’ il verdetto di Confcommercio e Federsicurezza, Federazione del Settore Vigilanza e Sicurezza Privata, al primo appuntamento con la politica per la neonata sezione romana. Grande assente (giustificato) il Viceministro al Lavoro Durigon, richiamato d’urgenza ad una riunione sul superamento della Legge Fornero, e tuttavia destinatario di diverse istanze di temperamento di un Decreto la cui ratio dichiarata (superare il precariato) potrebbe, a conti fatti, risolversi in un boomerang. Con serie ricadute sul fronte occupazionale. Continua a leggere

La recente riforma apportata dal cd. Decreto Dignità alla normativa sul lavoro incide in misura importante in un comparto labour intensive come la sicurezza privata. Il tema è poi di particolare attualità, in considerazione anche della delicata fase che sta vivendo la trattativa per il rinnovo del CCNL vigilanza privata e servizi fiduciari. Per illustrare le novità del Decreto e le nuove prospettive per il lavoro a termine, FederSicurezza, assieme a PiùServizi e Confcommercio Roma, organizza un incontro tecnico-politico al quale presenzierà anche il Sottosegretario al Ministero del Lavoro e Politiche Sociali, On. Claudio Durigon. L’appuntamento è per il prossimo 24 Ottobre a Roma. Continua a leggere

Esito non positivo per l’incontro dei rappresentanti del Gruppo A.N.G.G.I. – Associazione Nazionale Guardie Giurate Italiane – con il Governo. Richiamandosi alle normative di paesi vicini, sia culturalmente che per impianto giuridico, la delegazione A.N.G.G.I. ha rivendicato, in particolare, il riconoscimento alle guardie giurate della qualifica di pubblico ufficiale e di agente di pubblica sicurezza. Il recente sciopero, si legge in una nota, ha testimoniato infatti l’esasperazione di lavoratori che rischiano la vita in siti sensibili e per servizi di utilità pubblica, come il trasporto valori. Le circa 45000 guardie giurate italiane sono dunque risorse strategiche, soprattutto a fronte di un deficit di circa 9000 unità di polizia. Tuttavia l’impressione dei delegati sull’incontro non è stata positiva, tanto da aver portato nei giorni successivi alle dimissioni di Presidente, Segretario e Tesoriere dell’A.N.G.G.I. Continua a leggere

La recente circolare sul database delle GPG, ed in particolare sulla rivisitazione dei procedimenti di rilascio delle autorizzazioni delle guardie giurate in caso di cambio di datore di lavoro, ha scatenato il nostro Bastian Contrario. Attento osservatore del settore ed esperto di burocrazia, mercato e dinamiche giuslavoristiche del settore vigilanza privata, l’autore evidenzia alcune incongruenze della nuova direttiva rispetto alle precedenti linee operative del Ministero…suggerendo un rapido correttivo. Continua a leggere

Archivi

Network

Pagina  Facebook GooglePlus Twitter Linkedin Youtube RSS Mail

I Video

Video
Video