Guardie giurate, manette e altri limiti

04 Ago 2017

di Ilaria Garaffoni

Anche in risposta alle frequenti lettere al Direttore sulla materia, segnaliamo l’interessante articolo di Leandro Abeille e Cesira Cruciani pubblicato sul sito Altalex il 4 agosto 2017  e dedicato alle guardie particolari giurate e ai poteri a loro conferiti in quanto incaricati di Pubblico Servizio. La risposta sintetica è: pochissimi.

Le guardie giurate possono infatti fare i controlli di sicurezza nei porti e negli aeroporti, senza ricadere nelle perquisizioni (vietate), solo grazie al “consenso dell’avente diritto”. E possono arrestare i malviventi secondo l’art. 383 c.p.p., come qualunque privato. E i mezzi di contenzione fisica (tipicamente le manette), si possono usare? L’attuale più comune orientamento dei Questori è il divieto dell’uso di manette. Quindi se una GPG, anche nei casi giustificabili penalmente, dovesse usare le manette sarebbe poi sanzionato dal Questore. L’utilizzo di un altro strumento sostitutivo sarebbe forse possibile, ma quale?

http://www.altalex.com/documents/news/2017/08/04/la-guardia-particolare-giurata

I Video

https://www.anivp.it/

Archivi