Vigilanza Privata a Roma: auto di servizio possono circolare in ZTL

04 Mar 2015

di Ilaria Garaffoni

ztlROMA – Non solo auto blu e scorte: ora anche i veicoli di servizio degli Istituti di Vigilanza privata della Capitale possono circolare all’interno dell’area ZTL senza contrassegno, al pari delle Forze di Polizia e degli automezzi adibiti a servizi di pronto intervento, soccorso ed emergenza. La Giunta Capitolina di Roma, con Deliberazione n. 363 del 23 dicembre 2014, ha infatti accolto le istanze rappresentate da FederSicurezza all’Assessore alla Mobilità e Trasporti di Roma Capitale consentendo l’accesso senza contrassegno anche ai veicoli degli Istituti di Vigilanza. Per accedere alle ZTL romane, gli Istituti non dovranno quindi più ottenere il rilascio del permesso per circolazione e sosta, ma solo richiedere l’inserimento nelle Liste Bianche.Richiamando l’art. 256-bis del Regio Decreto 6 maggio 1940, n. 653, la Giunta ha nel dettaglio deliberato:

‘(…) di modificare e integrare la deliberazione della Giunta Comunale n. 183 del 16 gennaio 1996 come segue:

1.   nel paragrafo “Criteri Attuativi e Modalità di Rilascio” dell’allegato sub-A, il quale individua le categorie dei veicoli a cui è consentita la circolazione senza contrassegno, dopo il punto “3) veicoli delle Forze di Polizia, in servizio d’ordine pubblico, automezzi adibiti a servizi di pronto intervento – soccorso – emergenza (es. Vigili del Fuoco – Croce Rossa – USL Ospedali autoambulanze ecc.);” è aggiunto il seguente punto “3-bis) i veicoli degli istituti di vigilanza, sia autovetture sia autocarri, utilizzati per le attività di sicurezza (trasporto valori, guardie armate, ecc.) aventi scritte identificative e con caratteristiche emissive minime, per le autovetture, da Euro 2 benzina e Euro 3 gasolio nonché, per gli autocarri, da Euro 4”; (…)’.

I Video

Consigliati

https://www.anivp.it/

Archivi