5,7 miliardi per pagare gli arretrati delle PA

ROMA – Nel decreto liberalizzazioni, il Governo Monti mette finalmente mano ai ritardi nei pagamenti da parte delle pubbliche amministrazioni, il cui arretrato si stima in una cifra compresa tra i 70 e gli 80 miliardi di euro e coinvolge pesantemente anche il settore della vigilanza privata e del trasporto valori.
Ebbene, il Governo metterà sul piatto 5,7 miliardi di euro, due dei quali (ma solo per crediti maturati entro il 31 dicembre 2011) pagabili in titoli di stato. Questo dice in sostanza l’art. 35 del decreto liberalizzazioni. .

Clicca qui per scaricare Decreto liberalizzaizoni 2012

Si dovrà comunque aspettare un decreto attuativo per capire come ottenere questa forma di pagamento.
Intanto la manovra ottiene il plauso delle imprese di servizi riunite nel TAIIS (Tavolo Interassociativo Imprese di Servizi): «Attendiamo però provvedimenti organici ed efficaci per risolvere il problema nella sua interezza, le cui misure sono ben oltre i 6 miliardi scarsi messi a disposizione».